• Home
  • Magazine
  • Tutto quello che non sapevi sul pellet: ecologico, economico e comodo

Tutto quello che non sapevi sul pellet: ecologico, economico e comodo

L’estate dura sempre troppo poco. È già il momento per valutare quale tipo di riscaldamento scegliere per il prossimo inverno. 

Il pellet è un materiale naturale, rinnovabile ed ecologico. Abbiamo incontrato il responsabile di Thermocentro, un’azienda parte del Wullschleger Group che dal 2005 si occupa di sistemi di riscaldamento ecologici e gli abbiamo fatto qualche domanda per cercare di capire se effettivamente il riscaldamento a pellet è conveniente.

Paolo Bosshard, direttore di Thermocentro, è ora membro del Consiglio direttivo di proPellets.ch l’associazione svizzera di settore per la promozione dell’utilizzo del pellet di legno come combustibile rinnovabile. Fra i membri si annoverano produttori e commercianti di pellet e rivenditori di sistemi di riscaldamento a pellet. Ciò che unisce questa comunità è l’impegno investito per lo sviluppo dell’utilizzo del pellet in Svizzera e in particolare nel Canton Ticino.

Quali sono gli obiettivi dell’associazione proPellets.ch?

L’associazione proPellets.ch si è posta molti obiettivi, i principali sono:

  • Aumentare il grado di notorietà del pellet come combustibile rinnovabile che rispetta l’ambiente;
  • Sostenere concretamente una svolta energetica attraverso l’utilizzo del pellet come combustibile naturale;
  • Contribuire alla protezione dell’ambiente attraverso il pellet: un combustibile a ciclo di carbonio neutro;
  • Collaborare con altre associazioni del settore energetico del legno, per far sentire una voce forte e unisona al mercato e alla politica.
tutto-quello-che-non-sapevi-sul-pellet1

Perché crede sia importante promuovere l’utilizzo del pellet?

Il pellet è quanto di meglio si possa scegliere per il riscaldamento: è ecologico, economico e comodo.

Ecologico

Durante la sua crescita, un albero sottrae all’atmosfera CO2 che viene fissata nel legno sotto forma di carbonio. Al momento della combustione del legno, e pertanto anche del pellet, viene rilasciata esattamente la stessa quantità di CO2 assorbita dall’albero durante la sua vita. Per questo motivo si dice che il pellet è CO2 neutro.

Inoltre, al contrario dei vettori energetici fossili, il pellet di legno è prodotto localmente in modo totalmente sostenibile: secondo la legge federale sulle foreste, può essere prelevata al massimo una quantità di legno pari alla ricrescita.

 

Economico

Rispetto ai vettori energetici fossili, il pellet ha un prezzo notevolmente più basso e stabile. Di conseguenza l’investimento effettuato in un impianto di riscaldamento a pellet viene ammortizzato in pochi anni.

Comodo

I riscaldamenti automatici a pellet riducono una gestione minima. Un sistema automatico di alimentazione convoglia nella camera di combustione la quantità esatta di pellet necessaria in ogni momento.

La regolazione intelligente del combustibile riduce i consumi e si occupa di produrre calore il modo efficiente. I sistemi di pulizia automatica e i volumi limitati di cenere prodotta minimizzano la necessità di interventi di pulizia e manutenzione degli impianti.

thermocentro

 

Ad aiutare Thermocentro nella promozione del pellet e nella sensibilizzazione al rispetto dell’ambiente in generale è Pellettino, una simpatica mascotte, spesso presente durante le fiere e sempre attiva sui social media dove è apprezzata da molti per la sua simpatia e la sua abilità nel comunicare concetti riguardanti la sostenibilità.

Con un riscaldamento a pellet si risparmia? A quanto ammonta il risparmio stimato?

Il pellet è un combustibile conveniente e con un prezzo più stabile rispetto agli altri vettori energetici.

Dall’evoluzione dei prezzi comunicati dall’Ufficio Federale di Statistica per il periodo 2007-2016 (clicca qui per leggerli) si nota come il costo del pellet al chilowattora si è mantenuto sostanzialmente costante sui 7-8.5cts/kWh.

Considerando le statistiche degli ultimi dieci anni, un’economia domestica con un impianto di riscaldamento a pellet e un consumo medio annuo dell’ordine di 20’000kWh (vale a dire 4 tonnellate di pellet, corrispondente a circa 2’000 litri di olio da riscaldamento o 1800mdi gas naturale), ha risparmiato in media oltre CHF2’000.-/anno.

Sei convinto? Vuoi scegliere il pellet come alleato per affrontare il prossimo inverno? Chiedi subito un preventivo per il tuo impianto di riscaldamento.