7 tipi di copertura tetto: forme e materiali | webcasa24.ch
Home » Magazine » Ristrutturazione » Tipi di copertura tetto: forme, materiali e caratteristiche adatte

Tipi di copertura tetto: forme, materiali e caratteristiche adatte


Stai progettando la tua nuova casa e sei indeciso sulla copertura? Vorresti rinnovare il tetto ma non sai da dove cominciare? Leggi il nostro articolo per scoprire quale sia la soluzione più adatta alle tue esigenze, in base alle caratteristiche di ogni tipologia, alla forma e al materiale.


Il tetto è una parte fondamentale della casa perché deve garantirti una serie di sicurezze e vantaggi, come la resistenza agli agenti atmosferici, una buona isolazione termica e acustica, il controllo costante della condensazione, la resistenza al fuoco e naturalmente la durata nel tempo.
Che tu debba costruirlo da zero o che tu voglia rinnovarlo, un tetto efficiente comporta vantaggi sia in termini economici (più isolamento vuol dire più risparmio energetico) che di vivibilità (l’umidità e le temperature estreme saranno solo un ricordo).
Vuoi ricavare una camera da letto o una zona relax nel sottotetto? Ecco di seguito un quadro completo di tutti i tipi di tetti e di coperture.

La forma

Piano, a falde, curvo? Alle diverse forme di tetto corrisponde non soltanto un’estetica particolare, ma anche specifiche strutturali differenti. Nella scelta, non fermarti solo all’aspetto estetico, ma considera soprattutto quello pratico e funzionale.
Vediamo insieme le principali tipologie.

Tetto a due falde

Il tetto a due falde è il modello europeo più tradizionale: quello ricoperto di tegole che tutti i bambini disegnano. È così definito per via delle facce piane, dette falde, da cui deriva la sua forma geometrica.
Economico e relativamente facile da realizzare, il tetto a falde è ideale per le zone di montagna, perché la sua conformazione fa scivolare acqua e neve verso terra senza appesantire l’edificio. Come sai, infatti, è molto diffuso anche qui in Ticino. Un altro enorme vantaggio di un tetto del genere è che può regalarti spazio abitabile nel sottotetto per la realizzazione di mansarde, grazie all’inserimento di finestre nelle falde.

Il consiglio in più: uno dei vantaggi maggiori di questo tipo di tetto è l’inclinazione; sfruttala per installare pannelli solari o fotovoltaici già in fase di costruzione.

tetto falde ticino


Tetto a falda unica

Il tetto a una falda è tipico dell’architettura contemporanea, e permette di creare locali sottotetto molto ampi e ariosi. Rispetto al tetto a due falde non ha una trave portante che divide il tetto a metà, ma poggia su una sola parete, donando all’edificio un design molto particolare.
Il tetto a falda unica gode di tutte le caratteristiche del tetto a falde, ed è quindi perfetto in case di montagna, ma ti permette anche di “guadagnare” una parete dove posizionare finestre e godere del panorama circostante.

Altri tipi di tetti a falde sono: a falde sfasate, a tre o quattro falde, a falde con doppia inclinazione.

copertura tetto ticino


Tetto piano

Il tetto piano è un terrazzo, un vero e proprio piano in più per l’edificio. Non ha un’inclinazione visibile e ha uno stile più moderno rispetto a un classico tetto.
Oltre ad essere poco adatto in zone nevose, è più costoso rispetto al tetto a falde. Il vantaggio è che puoi sfruttarlo come zona tecnica, dove installare impianti o il locale ascensore, oppure come zona relax, magari con solarium e piscina.

Il consiglio in più: un tetto piano che resiste alle sollecitazioni chimiche ti permette anche di realizzare un giardino pensile, un tocco di stile unico per la tua casa!
P.S: Leggi anche i nostri suggerimenti per realizzare verande per terrazzi.

terrazza tetto piano


Tetto curvo

Il tetto curvo è spesso utilizzato per le gallerie commerciali: è un lucernario con una struttura in ferro e vetro. È il massimo per rendere un ambiente luminoso e arioso: potresti sfruttarlo per alcuni ambienti particolari della tua casa, come un soggiorno che dà sul giardino.


Tetto con travi a vista

Questa soluzione può donare un aspetto confortevole e senza tempo alla tua casa, oltre a essere originale e altamente moderna. Il vantaggio non è solo estetico: un tetto con travi a vista può garantirti anche un migliore isolamento termo-acustico.

tetto travi a vista


I materiali

Il manto di copertura di un tetto può essere realizzato con diversi materiali, a seconda del gusto personale, dello stile della casa e del budget a disposizione.
Una prima distinzione da considerare riguardo ai materiali è quella tra coperture continue e coperture discontinue.

Coperture continue:
Le coperture continue impediscono all’acqua di penetrare nell’edificio grazie ad un sistema di tenuta senza soluzione di continuità. Si tratta, di solito, di coperture piane o curve.
Ecco i materiali più usati:

  • Cemento e laterizio: è il tipo di copertura tradizionale, economica ma molto pesante (presuppone un’adeguata struttura e resiste poco ai terremoti
  • Lamiera: utilizzata soprattutto per edifici industriali
  • Metallo: è l’ultima tendenza perché permette di realizzare forme molto originali. Anche se costa di più, sul lungo periodo ti permette di risparmiare in manutenzione. Ha strati plastici anti-corrosione e giunture libere per la dilatazione termica



Coperture discontinue:
Quando il tetto ha un certo grado di pendenza si usano coperture discontinue che impediscono all’acqua di penetrare: le classiche tegole dei tetti a falda.
Anche qui hai ampia scelta. Puoi usare tegole:

  • Bituminose (o “canadesi”): hanno costo abbordabile e facilità di posa, ma risultano poco attraenti e isolano poco
  • In legno: molto utilizzate nel nord Europa, sono leggere e hanno una grande resa estetica e un’ottima efficienza energetica; ma un tetto in legno costa molto e va manutenuto spesso
  • In PVC (materiale plastico): resistenti e pratiche, ma soprattutto economiche. Trattengono bene il calore e sono particolarmente indicate per le zone molto fredde
  • In pietra naturale (soprattutto ardesia): utilizzate in zone di montagna per via della loro resistenza a neve e vento
  • n terracotta: si adattano a qualsiasi forma di tetto, ma tendono ad assorbire umidità

Le tegole in terracotta donano al tetto il caratteristico colore rosso, e hanno bisogno di poca manutenzione. Tra le varie forme, ecco le più utilizzate:

  • Coppi: hanno una forma conica e una posa particolare che rende il tetto più resistente e impermeabile (l’acqua scorre su due strati di tegole prima di raggiungere il pannello isolante)
  • Alla romana: necessitano di una pendenza minore rispetto ai coppi perché lasciano defluire l’acqua più velocemente
  • Alla marsigliese: sono piatte e rettangolari, con scanalature; creano una copertura leggera anche con poca pendenza
  • Portoghesi: hanno una parte piana e una curva per l’incastro; ideali per tetti spioventi
  • La scelta del materiale è importante anche a livello estetico: i coppi rossi donano un aspetto classico al tetto, mentre con tegole scure otterrai un effetto più moderno. Se poi scegli il metallo sarai l’attrazione del vicinato!

    Isolazione e ventilazione

    C’è un altro fattore da considerare nella scelta del tuo tetto: la classificazione rispetto al comportamento termo-igrometrico.
    Esistono quattro tipi di coperture:

    • Non isolate e non ventilate
    • Ventilate e non isolate: più fresche d’estate, usate per edifici agricoli
    • Isolate e non ventilate (“tetto caldo”): c’è uno strato termoisolante che protegge l’edificio da infiltrazioni e sbalzi termici, ma non c’è ventilazione; destinate all’edilizia industriale
    • Isolate e ventilate (“tetto freddo”): la presenza della ventilazione migliora ulteriormente l’isolamento termico, perché il vapore acqueo prodotto dall’edificio viene espulso, limitando la condensa. Questa tipologia di copertura è ideale per gli edifici residenziali

    Un tetto ventilato è sempre la scelta migliore: durante l’inverno permette allo strato isolante di restare asciutto, e durante l’estate ti garantisce il fresco.

    Come scegliere il tetto giusto?

    Eccoti quindi alcuni consigli finali:

    • Tieni in considerazione il clima della tua zona
    • Pensa alle tue esigenze abitative
    • Scegli un materiale di ottima qualità che duri a lungo
    • Rivolgiti a professionisti che sappiano consigliarti nella scelta della copertura che più si addice alla tue esigenze

    Vuoi capire quanto può costare la copertura per il tuo tetto? Scrivici o vai direttamente nella sezione preventivi.


Whatsapp Chat
Invia tramite WhatsApp