Tessuti e boiserie: un test di resistenza

Per scegliere il rivestimento di un divano o di una poltrona che sia di lunga durata, un parametro di riferimento da tenere presente è il test Martindale, che misura la resistenza dei tessuti all’usura. In particolare del materiale sottoposto ad usura, vengono analizzati: la resistenza alla rottura, il pilling, i cambiamenti di colore, e la perdita di peso.

Più alto è il valore espresso dal test, e quindi il numero di giri riportato sull’etichetta della stoffa, più il tessuto e resistente.

In genere un materiale con trama a rilievo risulta più delicato e con un numero Martindale inferiore rispetto a uno con trama più fitta e liscia. I tessuti si possono usare anche come rivestimenti murali, orientandosi però verso quelli sintetici o trattati e stabilizzati.

 

Per la posa occorrono listelli di legno perimetrali, sui quali verrà inchiodata la stoffa; tra la parete e il tessuto si applica uno strato di firbre preferibilmente naturali, come il cotone, per garantire l’isolamento acustico.

La finitura lungo il perimetro potrà essere risvoltata o rifinita con passamaneria.

Esistono tessuti alti tre metri che vanno da soffitto a pavimento, ma si possono utilizzare anche pezze di misure inferiori, a patto di giuntarle in modo praticamente invisibile.

Inizia oggi il tuo progetto

Richiedi 3 preventivi ad aziende ticinesi

Richiedi preventivo gratis!