• Home
  • Magazine
  • Tanti modi per dividere: dai pilastri ai muretti

Tanti modi per dividere: dai pilastri ai muretti

na divisione interna più attuale, punta su una distribuzione aperta e fluida, perché luminosità e ampiezza degli spazi sono un valore aggiunto del nuovo lay-out di una casa in ristrutturazione: con la demolizione della parete superiore del muro divisorio della cucina, quest’area della casa si sdoppia. Viene a crearsi una zona operativa con cottura e lavaggio in un ambiente; soggiorno-relax nell’altro.

 

Inoltre, mattoni a vista, parquet anticato e colori neutri che si alternano danno maggiore profondità ai volumi, enfatizzando lo stile essenziale degli arredi e raccordando i diversi vani in una prospettiva continua. Anche la luce gioca un ruolo fondamentale nella definizione degli interni, grazie all’alternanza di corpi o zone illuminate in modi diversi.

Si può a questo punto creare un evidente gioco di volumi con le diverse altezze di pensili, colonne e spalle in muratura: con la composizione dei singoli elementi dell’ambiente, si può giocare su un’alternanza studiata di pieni e di vuoti, di elementi verticali e orizzontali che si compensano tra loro a livello visivo. Nicchie, rientranze delle pareti e muretti divisori sono elementi che suddividono la superficie in zone circoscritte, accoglienti ma di grande vivibilità.

Inizia oggi il tuo progetto

Richiedi 3 preventivi ad aziende ticinesi

Richiedi preventivo gratis!