Ristrutturare un rustico in 5 mosse

A Capodanno una vecchia tradizione vuole che si butti qualcosa di vecchio e ci si prepari all’arrivo del nuovo. Perché allora non “buttare” un vecchio rustico in Ticino e trasformarlo in una casa nuova di zecca, degna delle ultime tendenze dell’edilizia e dell’arredamento? Ecco quindi le 5 mosse da seguire per ristrutturare un rustico e dare nuova vita ai vecchi edifici.

1- Valutare la struttura

Quando si tratta di vecchie case, la cui struttura non sempre è stabile, prima di fare qualsiasi intervento di restauro è bene valutare attentamente l’edificio esistente, in modo da capire se e in che modo deve essere abbattuto, oppure se basta un’opera di rinforzo dei muri portanti prima di procedere con il restauro degli interni.

2- Richiedere un permesso per il restauro di un rustico

Il recupero edilizio di un rustico in Canton Ticino è definito da una specifica normativa per la costruzione che prevede la presentazione di una richiesta scritta corredata da un rilievo dell’edificio esistente e da un progetto di restauro redatto secondo precise regole grafiche. Prima di qualsiasi opera di restauro, quindi, bisogna accertarsi di aver presentato tutta la documentazione agli uffici di competenza e di aver ricevuto il relativo permesso per i lavori di recupero edilizio.

ristrutturare-rustico-1
Plumbing Tools Arranged On House Plans / Daisy-Daisy / iStock / thinkstockphotos.com

3- Valutare l’impianto elettrico e idraulico

Una volta definiti i muri che verranno abbattuti, costruiti ex novo o rinforzati, e aver ottenuto il permesso per il recupero edilizio dell’edificio, bisogna accertarsi che gli impianti elettrici e/o idraulici siano ancora a norma e, nel caso non lo siano, procedere alla loro sostituzione.

Il consiglio in più:

Quando si decide di ristrutturare un vecchio edificio, le opere di muratura e/o gli interventi sugli impianti risultano essere piuttosto invasivi. Perché quindi non cogliere l’occasione anche per installare sistemi per la produzione di energia pulita, come ad esempio i pannelli solari? In questo modo i disguidi legati all’installazione di un impianto fotovoltaico saranno pressoché nulli e si otterranno solo dei vantaggi quando si tornerà ad abitare il vecchio rustico ristrutturato.

4- Acquistare infissi a risparmio energetico

Per migliorare ulteriormente la tenuta energetica del proprio rustico ristrutturato, una volta completati i lavori sugli impianti elettrici ed idraulici, bisogna scegliere attentamente gli infissi affinché permettano un ottima tenuta termica e non disperdano calore durante i mesi invernali.

ristrutturare-rustico-2
Plumbing Tools Arranged On House Plans / Daisy-Daisy / iStock / thinkstockphotos.com

5- Arredare gli interni con stile

L’ultima mossa da fare una volta completata la parte strutturale è l’arredamento della nuova casa nata dal restauro del vecchio rustico. Dai pavimenti alle tinteggiature, dalla cucina ai mobili del bagno e della camera da letto, tutto deve rispecchiare la personalità di chi la abiterà; solo così si potrà dire di aver trasformato un vecchio rustico in una casa moderna, bella ed accogliente, pronta a regalare attimi di relax in compagnia degli amici più cari.

Ti è piaciuta questa idea?

  • Hai trovato questo articolo utile?
  • SI   NO

Start typing and press Enter to search