• Home
  • Magazine
  • Raffrescamento a pavimento, aria condizionata o condizionatori split?

Raffrescamento a pavimento, aria condizionata o condizionatori split?

Titolare di Colombo Clima, specialista nel settore degli impianti termoclimatici con esperienza trentennale, ti guida nella scelta dell’impianto giusto per la tua abitazione.


Con il caldo che si fa sentire, per molti di noi l’unica soluzione per sopravvivere in ufficio, ma anche a casa, è un impianto di raffrescamento che abbassi la temperatura e ci permetta di respirare. Sul mercato esistono diverse tipologie di impianto, ecco qualche chiarimento sulle più comuni:


Raffrescamento a pavimento

Il raffrescamento a pavimento si basa su impianti a pannelli radianti che posti sotto il pavimento, ma anche all’interno di un controsoffitto, fanno scorrere acqua fredda all’interno delle loro canaline e, per il principio dello scambio di calore, rilasciano nell’ambiente una piacevole frescura.

Rispetto alle altre soluzioni permettono un notevole risparmio energetico, soprattutto se si utilizza lo stesso impianto sia per il raffrescamento estivo che per il riscaldamento invernale, ma per essere installati necessitano di opere murarie piuttosto invasive, per questo sono poco consigliati nelle case già abitate.

Raffrescamento a pavimento

Aria condizionata

Per aria condizionata si intende un impianto regolato da un motore in grado di prelevare l’aria calda presente nell’ambiente e, dopo un processo di scambio di calore che avviene per mezzo di un fluido, immettere aria fredda. Gli impianti di aria condizionata possono essere integrati nelle pareti e nei soffitti del proprio ufficio o della propria abitazione per essere il più discreti possibili, oppure possono servirsi di unità interne, ma in questo caso necessitano di tubature piuttosto vistose per permettere all’aria di passare dal motore alla bocchetta.

Gli impianti di condizionatore ad aria sono molto dispendiosi in termini energetici, per questo stanno via via scomparendo per cedere il passo ai condizionatori a split, molto più performanti.

Climatizzatori split

I climatizzatori a split sono gli impianti d’aria condizionata più comuni, ovvero quelli che si possono facilmente installare all’interno di un’abitazione con il minimo disguido per chi la abita. Sono composti da uno split che deve essere posizionato all’interno delle stanze e una pompa di calore, che va posta all’esterno dell’abitazione e che permette di raffrescare o riscaldare gli ambienti.

Rispetto ad un condizionatore ad aria, quindi, i condizionatori split funzionano anche come riscaldamento e possono essere utilizzati in zone della casa che non hanno termosifoni, come taverne e/o mansarde.

Climatizzatore split


Hai capito le differenze tra questi tre impianti di raffrescamento, ma ancora non sai quale sia il più adatto ai tuoi spazi? Allora contatta i professionisti di Colombo Clima o richiedi un preventivo per un sistema di climatizzazione.