Quando è necessaria una bonifica da PCB | webcasa24
Home » Magazine » Ristrutturazione » Quando è necessaria una bonifica da PCB
polveri pcb ristrutturazione

Quando è necessaria una bonifica da PCB

Francesco Camoesa

Francesco Camoesa è il Direttore della Simatech con sede a Bellinzona, azienda specializzata in operazioni di bonifiche speciali come la rimozione di amianto e altre sostanze nocive o pericolose.

Se la tua casa è datata, i materiali usati per la costruzione potrebbero contenere sostante nocive, come i PCB. Ecco come bonificare gli ambienti durante una ristrutturazione.


Se da una parte il mercato edile ticinese è in forte sviluppo e c’è molta disponibilità di edifici nuovi, costruiti secondo le regole della bio-edilizia e con materiali d’avanguardia, dall’altra i centri urbani presentano molti edifici costruiti nel secolo scorso che vengono ristrutturati, ma che al loro interno possono contenere sostanze nocive per la salute. Fino agli anni ’80, infatti, non si conosceva la pericolosità di materiali quali i PCB ed era consuetudine utilizzarli all’interno dei materiali destinati all’edilizia urbana. Oggi questi componenti sono ritenuti altamente inquinanti ed è bene eliminarli il prima possibile. Ecco come.

Cosa sono i PCB 

La sigla PCB indica i policlorobifenili, molecole prodotte nelle industrie dagli anni ’30. A differenza delle diossine, che sono un prodotto involontario della produzione industriale, i PCB venivano prodotti volontariamente a seguito della lavorazione del petrolio e del catrame, poiché i PCB sono ottimi isolanti elettrici, buoni conduttori termici, hanno un basso rischio di infiammabilità e sono molecole pressoché indistruttibili. 

Si stima che negli anni siano state prodotte 209 diverse molecole di PCB utilizzate in svariati settori. 

PCB ristrutturazione

Da quando i PCB sono vietati

La produzione e il commercio dei PCB in Svizzera è vietato dal 1985, e negli ultimi 20-25 anni si è riscontrato un calo di immissione di diossine e PCB pari all’85%. Ciononostante, i PCB sono molecole pressoché indistruttibili e facili da trasportare, per questo sono tutt’ora molto diffuse sia nell’ambiente che nei vari “anelli” della catena alimentare. Inoltre, un erroneo smaltimento di circuiti elettrici, incendi e l’uso di antiparassitari con PCB negli anni passati, ne aumentano la presenza nel sottosuolo e nell’aria che respiriamo ogni giorno.

Perché i PCB sono pericolosi

I PCB sono ritenuti pericolosi per l’ambiente perché si tratta di materiali difficili da smaltire in modo naturale e quindi altamente inquinanti, ma sono pericolosi anche per l’uomo. Si presume infatti che i PCB siano potenzialmente cancerogeni e possano causare danni al fegato e alle vie biliari. 

Dove possono trovarsi i PCB nella tua casa

Le molecole di PCB sono state usate come addensante in vernici, sigillanti, adesivi e ritardanti di fiamma, nonché in molti pesticidi in commercio fino agli anni ’80. Possono trovarsi all’interno degli intonaci, nei componenti usati per montare gli infissi o posare i pavimenti, e nei circuiti elettrici. 

La presenza di PCB nei materiali dipende molto dalla data della loro produzione, nello specifico possono contenere PCB

  • masse di sigillatura realizzate tra il 1955 e il 1975 
  • trasformatori e condensatori con massa superiore a 1kg realizzati tra il 1950 e il 1986
  • condensatori con massa inferiore a 1kg realizzati dal 1986 ad oggi 
  • radiatori a bagno d’olio realizzati prima del 1986
  • vernici prodotte dal 1946 al 1986

Cosa fare se si presume la presenza di PCB in casa

Se la tua casa è stata realizzata prima del 1986, con tutta probabilità contiene PCB nei materiali edili utilizzati per la sua costruzione. Prima di procedere con una ristrutturazione, quindi, è bene contattare un’azienda specializzata che provvede a controllare con apparecchiature adeguate la presenza di PCB o di altre sostanze nocive, per esempio l’amianto. 

Una volta appurato che l’edificio contiene PCB, si può procedere con la bonifica. Durante la bonifica da PCB vengono isolati i componenti a rischio e si procede con un adeguato smaltimento, per evitare la dispersione di molecole di PCB nell’ambiente. La scelta di un’azienda specializzata per questo tipo di bonifica ti assicura la presenza di personale qualificato, che interviene con attrezzature adeguate e che riesce ad effettuare una bonifica da PCB in totale sicurezza sia per la squadra di lavoro che per chi abita nella zona circostante.

Una volta bonificato l’edificio, puoi procedere con la ristrutturazione, per dar vita ad una nuova casa salubre dove vivere in serenità! 

amianto pcb ristrutturazione


Temi che la tua casa contenga PCB e vuoi provvedere ad un’adeguata bonifica? Contatta i nostri partner, come la Simatech di Bellinzona, e richiedi un sopralluogo per verificare la presenza di agenti inquinanti nella tua casa.

Whatsapp Chat
Invia tramite WhatsApp