• Home
  • Magazine
  • Quale fotovoltaico scegliere per avere una casa autonoma

Quale fotovoltaico scegliere per avere una casa autonoma


Grazie al fotovoltaico si produce energia pulita, si risparmia sulle bollette e si diventa autonomi dal punto di vista energetico. Attenzione, però: non tutti gli impianti fotovoltaici sono in grado di rendere la tua casa davvero autosufficiente. Ecco quale fotovoltaico scegliere per produrre da soli la propria energia e quando questa soluzione si rivela essere la più consigliata.


Quale impianto fotovoltaico ti rende autonomo?

Tra tutti gli impianti fotovoltaici disponibili, se vuoi che la tua casa sia autosufficiente, devi scegliere un impianto con accumulo. Un impianto con accumulo è infatti l’unica tipologia che oltre ad avere panelli fotovoltaici e trasformatore, è dotato di una batteria dove immagazzinare l’energia durante la produzione e poterla utilizzare al bisogno.

Grazie ad un impianto con accumulo puoi quindi staccarti dalla rete elettrica nazionale e utilizzare solo l’energia che produci con i tuoi pannelli fotovoltaici.

fotovoltaico-abitazione-autonoma

I vantaggi di una casa energicamente autonoma

Vivere in una casa autonoma dal punto di vista energetico ti permette di staccarti dalla rete elettrica nazionale, per cui non avrai più bollette da pagare e non dovrai preoccuparti degli aumenti del costo dell’energia e del servizio. Inoltre, continuerai ad avere energia anche quando interventi di manutenzione o guasti avranno costretto al buio tutto il vicinato.

Quando è consigliato avere una casa autonoma e quando NO

Sebbene un impianto fotovoltaico con accumulo sembri essere la soluzione migliore, non sempre è così. Avere una casa autonoma è molto conveniente quando:

  • Abiti in un posto isolato e non puoi collegarti alla rete elettrica nazionale, come accade per esempio nelle case di montagna
  • Conosci perfettamente i tuoi consumi energetici
  • Produci la giusta quantità di energia di cui hai bisogno

Una casa autosufficiente, invece, non è consigliata quando:

  • Produci più energia di quella che consumi. In questo caso infatti con un impianto fotovoltaico collegato alla rete puoi vendere l’energia in eccesso e avere un piccolo guadagno extra, mentre con un impianto con accumulo, quando le batterie sono completamente cariche, l’energia in eccesso va persa.
  • Consumi più di quanto produci. Sebbene le batterie ti aiutino a immagazzinare energia e ad utilizzarla al momento più opportuno, se il tuo impianto è sottodimensionato rischi che nel momento del bisogno l’energia accumulata non basti, e ti ritrovi con un getto gelato sotto la doccia solo perché non c’è più energia per scaldare l’acqua!
  • La tua casa non gode di una posizione ottimale e, anche se l’impianto è adeguato per i tuoi bisogni, l’assenza di esposizione solare non ti permette di produrre tutta l’energia necessaria.

fotovoltaico-ticino


Per valutare quale sia l’impianto più adatto per la tua casa e per i tuoi bisogni energetici, affidati ad un esperto! Contatta i nostri partner come la Pons Energia Solare di Maggia e richiedi subito un sopralluogo senza impegno per capire se la tua casa può diventare autonoma oppure no.