• Home
  • Magazine
  • Progettare un nuovo bagno: 6 aspetti da non sottovalutare

Progettare un nuovo bagno: 6 aspetti da non sottovalutare

Il bagno è una delle stanze cruciali di una casa: indispensabile per la vita quotidiana, deve essere pratico, funzionale ma anche elegante ed ordinato. Va da sé che progettare un bagno diventa un’impresa quasi eroica, soprattutto se hai bisogno di un bagno su misura e non puoi ricorrere a soluzioni preconfezionate. Ecco quindi i 6 elementi che non devi sottovalutare quando devi progettare il tuo nuovo bagno, affinché sia davvero confortevole come l’hai sempre sognato.

1. Destinazione d’uso

Un bagno è un bagno, no? Ebbene, secondo noi: NO! Un bagno padronale è ben diverso da un bagno per gli ospiti, ma anche da un bagno di servizio o dal bagno della lavanderia. Prima ancora di prendere carta e penna e progettare il tuo nuovo bagno, quindi, decidi chi e come lo utilizzerà:

  • Solo tu e i tuoi familiari per un momento di relax
  • I tuoi ospiti durante una cena o un pranzo in compagnia
  • Tu e i tuoi familiari per una doccia veloce al rientro dal lavoro
  • Chi si occupa di fare il bucato

Questo ti farà subito capire subito di quali elementi hai bisogno, ma anche quale sarà lo stile generale, per evitare di accogliere gli ospiti tra i panni da lavare o avere una lavanderia con mobili minimal dove non c’è spazio per i flaconi di detersivo.

bagno-ospiti-ticino

2. Quanti e quali tipologie di lavandino

In base alla destinazione d’uso ti sarà molto facile capire di che tipologia di lavandino hai bisogno. Indipendentemente dallo stile classico, retrò o moderno, la tua scelta dovrà essere tra:

  • Lavandino doppio: perfetto per il bagno padronale, dove puoi pensare di lavarti i denti in compagnia del tuo compagno o dei tuoi figli al mattino e alla sera.
  • Lavandino piccolo: ideale per il bagno degli ospiti, lascia spazio solo per lavarsi le mani e poco altro, ma del resto un ospite ha bisogno solo di questo!
  • Lavandino ampio e dotato di tavola per il bucato: adatto soprattutto al bagno della lavanderia, dove puoi aver bisogno di trattare le macchie più ostiche prima di metterle in lavatrice.

3. Vasca o doccia

Nel bagno padronale devi decidere se installare una vasca tradizionale o una doccia. In questo caso la scelta dipende dallo spazio disponibile, ma anche dalle tue abitudini. Non tutti amano rilassarsi nella vasca e trovano molto più comoda una doccia veloce, perché allora sprecare spazio, e denaro, per un elemento che difficilmente verrà usato? Meglio installare una doccia spaziosa, dotata per esempio di cromoterapia e idromassaggio, piuttosto che una vasca ingombrante.

Il dettaglio da ricordare: nella scelta della vasca o della doccia devi anche tener presente di eventuali elementi assistenziali necessari se nella tua famiglia ci sono persone disabili o anziani. Ci riferiamo per esempio a maniglioni, gradini per l’accesso facilitato, sedili interni alla doccia per aiutare chi ha difficoltà a stare in piedi… per alcuni di noi, questi dettagli possono fare la differenza, per questo quando si progetta un bagno su misura è importante installarli, o anche solo prevedere una loro collocazione nel caso diventino necessari in futuro.

4. Quale è il rivestimento giusto?

Nella scelta del rivestimento, le soluzioni odierne sono davvero tante e, grazie a trattamenti sempre più d’avanguardia, non stupisce vedere un bagno con un pavimento in legno! La scelta dipende molto dal tuo gusto personale, dallo stile che vuoi dare al tuo bagno, ma anche dalle caratteristiche del materiale che stai per posare, in particolare:

  • Resistenza meccanica
  • Facilità di pulizia
  • Idrorepellenza
  • Effetto estetico

Il consiglio dei nostri partner: in bagno è sempre bene scegliere un rivestimento resistente e idrorepellente, per questo consigliamo spesso le piastrelle, soluzione più tradizionale ma sempre di moda, o le resine, che con la loro struttura monolitica evitano che l’umidità venga assorbita dalle pareti e, poiché non hanno fughe, prevengono la formazione di muffa e sporco.

5. L’illuminazione

Anche in bagno, come nel resto della casa, quando si progetta lo spazio bisogna tener conto dell’illuminazione, sia naturale che artificiale. Se è presente una finestra o una portafinestra, bisogna fare in modo che non si vengano a creare riflessi fastidiosi sugli specchi dati dai fasci di luce, mentre se si installano luci artificiali, è consigliabile abbondare, per evitare di avere zone buie, in particolare vicino al lavandino.

6. L’arredamento

Dulcis in fundo, c’è da pensare all’arredamento, che deve andare di pari passo con i sanitari. Per il bagno degli ospiti puoi decidere per un arredamento minimal, con solo lavandino e sanitari, meglio se sospesi per facilitare la pulizia e rendere ancora più leggera l’atmosfera. Nei bagni di servizi, come quello della lavanderia, meglio optare per un arredamento più semplice, ma funzionale, con molti armadietti dove riporre salviette e flaconi, mentre nel bagno padronale puoi dar sfogo a tutto il tuo stile, creando un ambiente moderno o romantico, semplice o ricercato, l’importante è che ti faccia a sentire a tuo agio.

Il dettaglio in più: Se lo spazio lo permette, nel bagno padronale prevedi anche una chaise-longue per appoggiare vestiti e salviette mentre ti concedi una doccia veloce, o per rilassarti quanto hai un po’ di tempo da dedicare solo a te.

ristrutturazione-bagno-ticino

Devi progettare il tuo nuovo bagno e non vuoi commettere errori? Allora affidati all’esperienza dei nostri professionisti e scegli l’offerta più in linea con il tuo budget e le tue necessità.