• Home
  • Magazine
  • Perché il parquet? Geometrie, tecniche di posa e stili

Perché il parquet? Geometrie, tecniche di posa e stili

Il parquet è diventato simbolo di un ritorno alla naturalezza, rappresentando per molti una soluzione di arredo di grande successo.

Meglio al naturale

Oggi si preferiscono doghe dalle essenze originarie e naturali, che non presentino alcuna variazione cromatica. Tutto ciò che prima veniva “corretto” come nodi, buchi dei tarli e venature ben visibili, adesso viene ricercato perché sintomo di eleganza. Il parquet esplora nuovi territori, in cui decorazione e cromatismi inediti sono i veri protagonisti. Gradazioni di colore che vanno dal rosa ai grigi tendenti al blu che si uniscono giocando con abbinamenti inediti, danno così vita a sorprendenti texture naturali.

parquet1

Le geometrie del parquet

Questo è l’aspetto che più lascia libero sfogo alla fantasia perché permette personalizzare la soluzione di arredo. Le geometrie più utilizzate sono:

Geometria a cassero irregolare
I singoli elementi, anche di differente estensione, sono disposti nel senso della lunghezza, in modo che le giunzioni di testa risultino irregolari e variate l’una rispetto all’altra.

Geometria a cassero regolare
È simile alla geometria a correre, ma in questo caso i singoli elementi hanno lo stesso formato

Geometria a spina di pesce
Gli elementi, che devono avere forma rettangolare e uguali dimensioni, sono posati perpendicolarmente uno all’altro, così che la testa di uno si affianchi al lato di un altro, formando un disegno che ricorda la spina di pesce da cui prende il nome.

Posa a mosaico o a quadri
Le singole liste, assemblate in modo da formare un quadrato, in lunghezza sono un multiplo esatto della larghezza.

parquet

 

Posa del parquet: incollata, chiodata o flottante?

Anche quando si deve valutare la posa del pavimento in parquet, il mercato offre diverse opzioni a seconda del tipo di parquet e della stanza nel quale viene posato. La posa tradizionale dei pavimenti in parquet è quella definita dagli esperti del settore “flottante“, ma il parquet può essere anche incollato o chiodato.

Nella posa di pavimenti in parquet secondo il metodo flottante, i listoni di legno vengono incastrati tra di loro, lasciando un piccolo spazio tra il parquet vero e proprio e le pareti della stanza, affinché il legno possa variare leggermente il suo volume senza che questo si traduca in una deformazione del pavimento. In caso di parquet chiodato i listoni di legno vengono invece fissati con chiodi inseriti a 45°, mentre nel parquet incollato sono uniti tra loro grazie a speciali collanti.

Vorresti dare alla tua casa un tocco più naturale? Forse i nostri esperti possono aiutarti a trovare il parquet più adatto alla tua casa, richiedi un preventivo e ricevi in breve tempo 3 richieste da parte delle migliori aziende Ticinesi!

0 Condivisioni