• Home
  • Magazine
  • Pavimenti in parquet: caratteristiche, finiture e tipologie di posa

Pavimenti in parquet: caratteristiche, finiture e tipologie di posa

Pavimenti in parquet: finiture e posa

I pavimenti in parquet sono una scelta elegante e raffinata capace di trasmettere calore anche nelle case più moderne. Le finiture e i differenti metodi di posa di un pavimento in parquet, infatti, permettono al legno di adattarsi ad ogni tipo di ambiente e ad ogni esigenza. Ecco cosa si può trovare oggi in commercio.

Parquet moderno o parquet classico? E’ la finitura che fa la differenza

I pavimenti in parquet si adattano ad ogni ambiente perché la finitura rende ogni listone incredibilmente versatile. Una volta scelto il colore del legno e la dimensione dei listoni, infatti, grazie alla finitura si possono ottenere parquet dall’aspetto differente. I listoni con finitura spazzolata, per esempio, sono più rustici e si adattano a taverne e mansarde, la finitura naturale si addice a chi vuole ridurre al minimo i trattamenti ed esaltare le differenti colorazioni che uno stesso legno può assumere, mentre la finitura trattata con olii e particolari colorazioni è perfetta per chi vuole pavimenti dall’effetto liscio e levigato.

Oltre alla finitura superficiale, è poi possibile scegliere l’effetto ottico del parquet, optando tra le diverse venature e i nodi che il legno offre. In questo caso il parquet più comune è sicuramente quello fiammato, caratterizzato da piccole “fiamme” date dalla particolare forma a V delle venature e dai piccoli nodi presenti su tutta la superficie. Si può però prediligere anche parquet con venature quasi parallele, molto più rari e pregiati, o parquet ricchi di nodi che sono più economici, ma ugualmente validi.

Le aziende produttrici di parquet offrono un’ampia gamma di finiture che riescono ad incontrare i gusti di un pubblico sempre più esigente. Due esempi di aziende che realizzano listoni in legno per parquet offrendo una vasta scelta di finiture sono certamente BAUWEK PARKETT. Sul loro sito è possibile vedere i diversi legni disponibili, scegliere le finiture, le dimensioni dei listoni, e divertirsi ad immaginare come cambierebbe la propria casa anche solo scegliendo un parquet con una finitura differente.

 

Posa del parquet: incollata, chiodata o flottante?

Anche quando si deve valutare la posa del pavimento in parquet, il mercato offre diverse opzioni a seconda del tipo di parquet e della stanza nel quale viene posato. La posa tradizionale dei pavimenti in parquet è quella definita dagli esperti del settore “flottante”, ma il parquet può essere anche incollato o chiodato.

Nella posa di pavimenti in parquet secondo il metodo flottante, i listoni di legno vengono incastrati tra di loro, lasciando un piccolo spazio tra il parquet vero e proprio e le pareti della stanza, affinché il legno possa variare leggermente il suo volume senza che questo si traduca in una deformazione del pavimento. In caso di parquet chiodato i listoni di legno vengono invece fissati con chiodi inseriti a 45°, mentre nel parquet incollato sono uniti tra loro grazie a speciali collanti.

Sia che scegliate di posare un pavimento in parquet con il metodo flottante, che con quello chiodato o incollato, però, è bene affidarsi ad un esperto che saprà consigliarvi quello più adatto ai listoni che avete scelto e all’ambiente nel quale volete posarli. Noi vi suggeriamo di contattare Peverelli Marco, esperto nella posa di pavimenti in parquet, ma anche di pavimenti in linoleum e tende a Lugano e in tutto il Ticino.