• Home
  • Magazine
  • Isolamento termico: perché scegliere il polistirolo per il cappotto?

Isolamento termico: perché scegliere il polistirolo per il cappotto?

Il polistirolo ha la capacità di isolare molto bene grazie alla sua bassa conducibilità, proprio per questo è uno dei materiali più utilizzati per la realizzazione di cappotti esterni per l’isolamento termico.

Polistirolo, lana di roccia, silicato di calcio, sughero e pannelli in fibra di legno sono tutti materiali che possono essere utilizzati per l’isolamento termico, sono strumenti efficaci per fare un intervento di risparmio energetico, aumentando l’efficienza energetica dell’immobile, riducendo i consumi e migliorando il confort interno.

I materiali isolanti

Non esistono materiali isolanti più o meno buoni per la realizzazione di un cappotto esterno, ogni materiale ha un suo campo di applicazione ottimale ed è indicato per una diversa tipologia di impiego. La scelta del materiale da impiegare deve dipendere dall’uso che si vuole fare dello stesso e dal risultato che si desidera ottenere.

Dal punto di vista tecnico, per la scelta del materiale sono due i parametri indispensabili per ogni valutazione, è necessario considerare:

– la conducibilità tecnica lambda (W / mK);

– la densità (kg/m3).

Ci sono alcuni materiali più indicati per creare un isolamento termico maggiore per far fronte al freddo, mentre altri sono più indicati per isolare dalle alte temperature.


 

Il polistirolo espanso: un ottimo compromesso

Il polistirolo espanso è un ottimo compromesso, gode di proprietà termoisolanti molto buone (0.035-0.04 W/mK) fino dalle sue prime apparizioni sul mercato ha riscosso grande successo oltre che per le buoni qualità isolanti, per la praticità d’uso e per il costo limitato.

Oggi, in edilizia, rappresenta uno dei materiali isolanti più importanti per la coibentazione delle strutture residenziali e non solo.

I pregi di questo materiale si possono riassumere in:

– resistenza molto elevata alla diffusione del vapore acqueo;

– durata molto elevata, i pannelli resistono intatti oltre 30 anni;

– è un materiale autoestinguente, ossia, in caso di incendio si autodistrugge, grazie alla grande quantità d’aria presente al suo interno;

– non presenta particolari difficoltà di montaggio;

– non è pericoloso per la salute in caso di rottura;

– è ottimo anche impiegato in strutture di campagna poiché è resistente ai morsi degli animali.

Per la realizzazione del vostro impianto d’isolamento termico affidatevi ad un professionista che vi saprà indicare il materiale più indicato per il tipo di lavoro che dovete fare ed effettuerà un lavoro a regola d’arte.