Impianto fotovoltaico a costo zero: che significa? | webcasa24.ch
Home » Magazine » Impianti ed energie alternative » Impianto fotovoltaico a costo zero: che significa?

Impianto fotovoltaico a costo zero: che significa?


Sei appassionato di energie rinnovabili? Hai pensato all’acquisto di un impianto fotovoltaico per risparmiare sulla bolletta e ti chiedi come ottenerne uno al minor prezzo possibile? Vuoi essere guidato fin da subito nella tua scelta? Il nostro consiglio è di richiedere subito un preventivo per un impianto fotovoltaico.


Fotovoltaico a costo zero: che significa?

Per rispondere a questa domanda, dobbiamo prima fare un po’ di chiarezza. Magari hai già sentito parlare di impianti fotovoltaici “a costo zero”, ma è davvero così? La realtà è che un impianto fotovoltaico ha sempre un costo iniziale, che può essere anche di un certo rilievo. Dietro a promesse di “costo zero” spesso si nascondono delle trappole: non sono poche le famiglie che si sono viste attivare finanziamenti pluriennali quando credevano di aver fatto un affare.

Quindi, prima regola: stai attento. La pubblicità è una cosa, la realtà un’altra. Sì, ma allora che vuol dire? “A costo zero” significa semplicemente che una spesa del genere è in realtà un investimento: un impianto fotovoltaico consente di recuperare integralmente, negli anni, tutte le spese sostenute per la sua installazione. Tra poco vediamo come.

Prima però analizziamo insieme i parametri che determinano il costo di un impianto fotovoltaico: potrai così farti un’idea del preventivo che puoi ricevere e valutare le opzioni più adatte alle tue esigenze.

impianto fotovoltaico ticino

Il costo iniziale di un impianto fotovoltaico

Il costo dell’installazione di un impianto fotovoltaico può variare anche di diverse migliaia di franchi. Ma quali sono i fattori che incidono sul prezzo finale?

  • I KWh: per un uso domestico normale basta un sistema da 3 KWh; se però la tua casa è grande, vuoi usare molti elettrodomestici in contemporanea o hai bisogno di ricaricare la tua auto elettrica, allora potresti aver bisogno di un sistema a 6 o a 9 KWh, che ovviamente costa di più. Leggi anche il nostro articolo sulla differenza tra pannelli solari e fotovoltaici.
  • Il progetto: la mano di un esperto è fondamentale per progettare il tuo impianto, per trovare il punto meglio esposto al sole e per integrare al meglio tutte le componenti
  • La qualità dei pannelli e degli altri elementi dell’impianto: connettori, sistemi elettrici, supporti metallici, eventuali comandi remoti. Leggi anche il nostro articolo su come controllare la qualità dei pannelli fotovoltaici.
  • L’installazione: deve essere eseguita in tutta sicurezza e a regola d’arte, affinché l’impianto sia performante al massimo e non crei danni all’edificio durante e dopo il montaggio

Il consiglio in più: è meglio scegliere un preventivo che comprenda anche garanzia e smaltimento dei pannelli, piuttosto che incorrere in brutte sorprese quando l’impianto avrà bisogno di sostituzioni, o quando i pannelli andranno smaltiti a fine vita.

Come hai visto, il costo iniziale c’è e non è neanche piccolo: il famoso “costo zero” si materializza solo dopo qualche anno. Ma come viene recuperato il prezzo di un impianto fotovoltaico? Vediamolo insieme.

I vantaggi fiscali

Al raggiungimento del “costo zero” contribuiscono prima di tutto una serie di vantaggi fiscali a cui puoi avere accesso se installi un impianto fotovoltaico nella tua abitazione. Sono integralmente o parzialmente deducibili le spese che contribuiscono a far uso di energie rinnovabili, come appunto:

  • l’installazione di nuovo impianto fotovoltaico
  • la sostituzione di un impianto precedente con sistemi migliori e più performanti

Ma non finisce qui! Grazie alla Strategia Energetica 2050 promossa dal Consiglio Federale, la Confederazione Elvetica ha previsto incentivi finanziari per incrementare la quota di energia solare prodotta. I principali incentivi agli impianti fotovoltaici dipendono dalle dimensioni e dalla potenza dell’impianto:

  • La RUP (rimunerazione unica per impianti fotovoltaici di piccole dimensioni) è un contributo di investimento una tantum prevista per gli impianti di potenza inferiore ai 30 kWp e di dimensioni comprese dai 10 ai 600 m². Di norma, gli impianti dei privati non superano i 600 m².
  • La RIC (remunerazione a copertura dei costi) permette ai proprietari di grandi impianti (dimensioni maggiori di 600 m² e potenza superiore ai 30 kWp) di rivendere l’energia elettrica prodotta a una tariffa privilegiata.

Come avrai capito, la RUP è l’incentivo che ti riguarda: si tratta di una rimunerazione unica che copre fino al 30% dei costi per il tuo impianto! La RUP è stata adeguata recentemente: il contributo per i piccoli impianti fotovoltaici entrati in esercizio a partire dal 1° aprile 2019 scenderà a 340 fr./kW (il 15% in meno rispetto al 2018). Potrebbe sembrare una cattiva notizia, ma grazie a questa riduzione un maggior numero di impianti potrà beneficiare della remunerazione.

risparmio fotovoltaico

Le tempistiche

La RUP viene versata dall’Ufficio Federale dell’Energia entro 2 anni dalla messa in servizio dell’impianto fotovoltaico: entro la fine del 2019 verrà versata presumibilmente a tutti i gestori di impianti che hanno fatto domanda entro il 30 giugno 2018 (ne beneficeranno circa 13.500 impianti, per una potenza complessiva di circa 260 MW). Si stima poi che anche i gestori che presentano la domanda RUP a inizio 2019 dovranno attendere circa un anno e mezzo prima di ricevere il versamento. Per maggiori info sugli incentivi presenti in Ticino leggi anche il nostro articolo sui bonus 2019 per le ristrutturazioni.

Il risparmio in bolletta

Il ritorno dell’investimento si verifica principalmente grazie alla produzione di energia elettrica: l’utilizzo dell’impianto fotovoltaico ti garantirà un enorme risparmio energetico e abbasserà vertiginosamente gli importi della tua bolletta elettrica. Un impianto da 3KW, ad esempio, sarà in grado di produrre 4.000 KWh all’anno di energia elettrica: mentre fuori c’è il sole e l’impianto produce energia, potrai usare gli elettrodomestici in maniera assolutamente gratuita, senza rifornirti dalla rete pubblica. È il cosiddetto meccanismo dell’autoconsumo, che alla fine dell’anno ti farà risparmiare un bel po’. E il risparmio cresce al crescere della potenza dell’impianto.

In media, anche senza considerare incentivi e deduzioni, l’impianto si ripaga completamente nel giro di 6-7 anni, e se consideri che i moderni pannelli fotovoltaici hanno un’aspettativa di vita di 30 anni, puoi capire perché si tende a parlare di impianti fotovoltaici “a costo zero”! Leggi anche il nostro articolo su quale impianto scegliere per rendere la casa autonoma.

investimento impianto fotovoltaico

Investi anche tu nel fotovoltaico

Riassumendo, quindi, ecco i vantaggi di possedere un impianto fotovoltaico:

  • la spesa viene ridotta drasticamente da incentivi e deduzioni fiscali
  • l’utilizzo dell’impianto assicura un notevole risparmio in bolletta, che permette un rapido rientro dell’investimento

Se anche il costo iniziale non può certo definirsi pari a zero, quindi, l’espressione “impianto fotovoltaico a costo zero” ha un enorme fondo di verità, che svela la convenienza e gli innumerevoli vantaggi che derivano dallo sfruttamento dell’energia pulita del sole. Ricorda: scegli prodotti di qualità e affidati esclusivamente ad installatori seri e qualificati, che sappiano innanzitutto essere chiari sull’importo dell’investimento da sostenere, e che ti possano garantire un impianto di qualità.


Ti abbiamo aiutato a fare chiarezza? Se non vedi l’ora di avere il tuo impianto fotovoltaico installato, chiedi subito il tuo preventivo! Con webcasa24.ch puoi richiedere 3 preventivi gratuiti per impianti fotovoltaici in Ticino dalle migliori aziende!

 


Condividi:
Email Whatsapp Facebook LinkedIn
Whatsapp Chat
Invia tramite WhatsApp