• Home
  • Magazine
  • Impianti d’allarme senza fili o connessi alla rete elettrica?

Impianti d’allarme senza fili o connessi alla rete elettrica?

Un allarme per la casa è la soluzione a cui tutti pensano, ma spesso la decisione di acquistare e installare un antifurto viene rimandata perché le opzioni disponibili sono tante e non sempre è facile comprendere e valutare quella giusta per la propria abitazione.

Molti vorrebbero installare un allarme in una casa già realizzata e vogliono evitare lavori elettrici o di muratura per integrare sensori e non sanno che con antifurti senza fili questo problema viene risolto. Ecco quindi qualche chiarimento sulle due grandi tipologie di impianti d’allarme disponibili sul mercato.

Impianti di allarme con fili

Gli impianti di allarme con fili o via cavo, sono composti da una rete di cavi elettrici che collegano le varie componenti del sistema. L’installazione di questo impianto di allarme è perfetta negli edifici in costruzione o durante una ristrutturazione, in caso contrario ovviamente bisognerebbe tenere conto degli interventi necessari alla foratura e alla riparazione dei muri.

Le componenti da installare sono come minimo 3: la centralina, almeno un rilevatore e la sirena esterna, e non sempre è possibile inserire i fili all’interno delle canaline di un impianto elettrico già esistente, per questo i tempi di installazione possono essere più lunghi del previsto. Il livello di sicurezza offerto da un impianto d’allarme con fili è però molto alto, poiché è molto difficile manomettere i fili, e tagliarli farebbe scattare in automatico l’intero sistema.

Impianti d'allarme con fili

Impianti di allarme senza fili

Anche il sistema di allarme senza fili (o wireless) è composto da una centrale, da rilevatori disposti nelle diverse zone dell’edificio e dai dispositivi di allarme veri e propri, che possono essere acustici oppure dei combinatori telefonici per segnalare l’allarme alle centrali di sicurezza preposte.

Ovviamente in questo caso non sono necessari cavi di alcun tipo, dal momento che le varie componenti dell’allarme comunicano tra loro via etere grazie alle onde elettromagnetiche. Normalmente l’energia dei vari dispositivi è fornita da batterie a lunga durata, la cui carica è monitorata dal sistema stesso che invia un segnale all’installatore nel momento in cui sta per terminare. Questo mette al riparo l’allarme in caso di blackout o di guasti alla rete elettrica, garantendo comunque la sicurezza dell’abitazione.

Contrariamente alle lunghe tempistiche richieste per l’installazione di un impianto con fili, gli impianti d’allarme senza fili si montano in breve tempo e con un costo contenuto, poiché non necessitano di lavori di muratura per il passaggio dei cavi. Inoltre, in caso di trasloco, gli antifurti senza fili possono essere facilmente trasportati nella nuova abitazione.

Il contro degli antifurti senza fili è dato dalle interferenze radio, anche se i moderni impianti sono altamente tecnologici e mettono al sicuro da questo tipo di problematiche.

Impianti di allarme misti e integrati

Oltre agli antifurti con i fili e agli impianti d’allarme senza fili esistono anche impianti misti dove la centralina viene alimentata tramite i cavi e quindi da energia elettrica tradizionale, mentre i sensori e i rilevatori comunicano tramite onde radio. Questo tipo di impianto può essere la conseguenza di un ampliamento di un impianto con cavi già esistente, ai quali vengono in seguito aggiunte altre componenti senza fili.

Si parla invece di impianti d’allarme integrati quando l’intero edificio è protetto da una serie di misure di protezione sia attive che passive, scelte in base alle zone da proteggere. In questo caso si possono quindi avere porte blindate con serrature di ultima generazione, antifurti senza fili nel giardino, impianti perimetrali al pian terreno, impianti volumetrici ai piani alti, e tanto altro.

Se vuoi che la tua casa sia sicura sotto ogni aspetto, quindi, non limitarti ad installare un antifurto senza fili fai-da-te, ma contatta un professionista che sappia progettare un impianto d’allarme integrato e ti possa garantire tutta la sicurezza che stai cercando.

Impianti d'allarme misti