• Home
  • Magazine
  • Impianti d’allarme: la miglior prevenzione per la tua casa

Impianti d’allarme: la miglior prevenzione per la tua casa

Gli impianti d’allarme sono un ottimo deterrente contro i ladri. Addirittura la Polizia Cantonale lo sostiene, scrivendo sul suo sito istituzionale: “Sovente i ladri quando si accorgono della presenza di un sistema d’allarme desistono dal compiere il loro lavoro, optando per un altro obiettivo. Un sistema di allarme ben visibile diminuisce la probabilità di essere presi di mira”.

La Polizia Cantonale, quando consiglia i lettori sulla scelta del migliore sistema d’allarme per la propria casa, dice che “Con gli ultimi sviluppi tecnologici i nuovi impianti hanno fanno grandi passi in avanti e qualitativamente non c’è una soluzione preferibile rispetto a un’altra, quello che differenzia maggiormente la scelta sono 2 aspetti, l’installazione e il raggio di azione dell’impianto.” Vediamo quindi nel dettaglio come capire quale è l’impianto più adatto alla tua casa!

I tipi di installazione disponibili

Un impianto di allarme può essere installato sia in un’abitazione già esistente, che in un’abitazione in fase di costruzione. Ovviamente queste due opzioni condizionano la scelta del tipo di allarme da installare: in fase di costruzione si possono predisporre tubature e collegamenti per rendere più immediata l’installazione vera e propria di sensori e centralina, che saranno totalmente invisibili e integrati nella rete elettrica, mentre nelle case già esistenti la soluzione migliore è un impianto d’allarme senza fili che funziona tramite onde elettromagnetiche e non ha bisogno di lavori di muratura e/o fili che passano sopra le pareti.

Al contrario di quanto si possa pensare i sistemi wireless di ultima generazione sono molto stabili a livello di segnale e quindi offrono livelli di sicurezza pari ai sistemi di allarme cablato. La scelta di uno o dell’altro dipende esclusivamente dalla volontà e dalla comodità di collegare o meno l’impianto alla rete elettrica.

Impianto d'allarme per la tua casa

Come scegliere il raggio d’azione di un impianto d’allarme

Un altro punto fondamentale da valutare nella scelta di un impianto d’allarme è la zona di azione. Quando si acquista un antifurto, infatti, si può scegliere tra:

  • Un sistema perimetrale, ovvero adatto a chi vuole creare una cintura difensiva all’esterno dell’abitazione. Questa tipologia di impianti d’allarme viene installata lungo le pareti perimetrali della casa e scatta nel momento in cui viene riscontrato un tentativo di superare questa barriera, ad esempio cercando di forzare una finestra, ma chi abita all’interno della casa può muoversi tranquillamente tra le stanze con l’allarme attivato.
  • Un sistema volumetrico che, al contrario, protegge la casa dal suo interno, con una serie di sensori e fotocellule che si attivano in base a movimento e temperatura riscontrata nelle varie stanze. Con questi sistemi si può tranquillamente lasciare le finestre aperte, ma non si può abitare la casa se sono attivi, perché anche il nostro movimento azionerebbe le sirene.

Impianto d'allarme a sensori

L’impianto d’allarme giusto per la tua casa è…

Ogni impianto di allarme è totalmente personalizzabile e integrabile, è possibile strutturare impianti misti, metà fissi e metà wireless, migliorare il raggio d’azione del proprio impianto aggiungendo nuovi sensori che permettano di proteggere sia l’esterno che l’interno dell’abitazione, definire zone con sensori perimetrali e altre con sistemi volumetrici. Insomma, non esiste un impianto d’allarme standard che possa andare sempre bene, bensì l’impianto d’allarme giusto per la tua casa è quello realizzato su misura da professionisti che conoscono il mondo degli impianti d’allarme e sono in grado di studiare la miglior soluzione per la tua sicurezza.