Il verde entra in casa

Il primo è stato il botanico francese Patrick Blanc che, a partire dagli anni ’80, con il suo “verde verticale” ha rivestito i muri esterni e le pareti interne di case e palazzi. Oggi sono numerosi gli esempi di mobili e complementi che letteralmente incorporano piante e vegetali.

È una vera tendenza che nasce dal bisogno attuale di tornare alla natura. I benefici in casa sono diversi, dall’ossigenazione dell’aria al relax mentale.

Erbe e foglie possono cerare un séparé. L’idea è tanto semplice quanto geniale: vasi da accostare e impilare in libertà, come fossero mattoni, diventano perfetti divisori dal tocco eco.

 

Esistono lampade poi che uniscono la natura e il design ospitando piante, fiori e, perché no, erbe aromatiche per la cucina. Ci sono fioriere da appendere a testa in giù, dotate di un sistema che trattiene il terriccio. Un tappeto da bagno in muschio che vive dell’umidità ambientale; porta frutta con lo spazio per coltivare le piante aromatiche della vostra cucina.

E se vuoi circondarti di verde ma lo spazio in casa è limitato, ti bastano pochi vasi e qualche elementi d’arredo come per esempio un tappeto fantasia davanti a una parete da ricoprire con tappezzeria a disegni botanici. Quest’ultima farà da sfondo alle tue piante che sembreranno ancora più rigogliose: ecco pronto un angolo tutto tue, rigenerante.

Inizia oggi il tuo progetto

Richiedi 3 preventivi ad aziende ticinesi

Richiedi preventivo gratis!