Costruzione casa: nomi e sigle che ti faranno impazzire | webcasa24
Home » Magazine » Costruire casa » Costruzione casa: nomi e sigle che ti faranno impazzire
sigle-costruzione-casa

Costruzione casa: non impazzire più con nomi e sigle

Il mondo edile ticinese utilizza nomi e sigle specifiche per indicare progetti, edifici, tipi di intervento… Scopri le sigle più comuni e impara a capire di cosa parlano gli addetti ai lavori durante la costruzione della tua casa.


Se hai deciso di costruire una casa in Ticino, siamo certi che ti si sarai ritrovato davanti a preventivi, richieste di autorizzazione e documentazione tecnica scritta in una lingua sconosciuta. Non preoccuparti, l’azienda che hai scelto come partner non sta cercando di fregarti, semplicemente utilizza parole specifiche e sigle per la costruzione della casa. Vuoi imparare anche tu a riconoscere questo gergo tecnico per capire di cosa stanno parlando gli addetti ai lavori durante la realizzazione della tua nuova casa? Ecco le sigle e i nomi più utilizzati.

Sigle costruzione casa fornite dal comune

Prima di costruire casa, chi segue il progetto avrà bisogno di capire qual è il terreno di tua proprietà, quale parte è edificabile e cosa è possibile costruire in quella zona. Queste informazioni vengono fornite dal comune attraverso documenti e informazioni, tra cui:

1. Mappale

È il numero che indica la tua proprietà, e specifica il fondo, ovvero il terreno, o la particella, nel caso in cui tu sia proprietario solo di una porzione di un edificio, ad esempio un appartamento in un condominio. Il numero del mappale è univoco ed è specifico del comune in cui si trova il terreno o l’immobile. 

norme-comunali-costruzione-casa

2. Piano Regolatore

È l’insieme delle norme comunali che stabiliscono quali sono le aree edificabili ad uso residenziale, quali quelle ad uso commerciale/industriale, le aree che sono ad uso agricolo. Conoscere il piano regolatore del tuo comune ti permette di capire se nella tua proprietà puoi costruire/ristrutturare un immobile e che uso ne potrai fare. Ad esempio, anche se sei proprietario di un immobile al piano terra, non puoi trasformarlo in un’officina se questo si trova in un’area residenziale.

3. Napr

Norme di applicazione del piano regolatore. Si tratta di un insieme di documenti che regolano l’applicazione dei piani regolatori, descrivendone eccezioni e limitazioni. In genere è compito di chi si occupa del progetto verificare sia i NAPR che i piani regolatori, ma se dai un’occhiata anche tu avrai maggiore percezione di cosa puoi costruire e cosa no, e ti sentirai parte del progetto oltre che della committenza.

4. Indice di Occupazione (IO)

Si tratta di un parametro fornito dall’ufficio tecnico comunale, che esprime in % quanta superficie è utilizzabile per la costruzione. Il calcolo della superficie di occupazione dipende dal piano regolatore e deve tener conto delle distanze minime tra gli edifici previste in base alla zona di appartenenza della proprietà. 

5. Indice di Sfruttamento (IS)

Molto simile all’indice di occupazione, l’indice di sfruttamento viene fornito sempre dal comune ed è espresso in centesimi della superficie del terreno. Indica il numero di piani che si possono costruire nel terreno edificabile e previene la costruzione di eco-mostri che rovinerebbero la fisionomia delle nostre città. 

piani-costruzione-casa

6. Indice delle Aree Verdi (IAE)

Valore che viene sempre fornito dal comune, indica il rapporto tra l’area verde e la superficie edificabile e ha l’obiettivo di tutelare le aree naturali e/o alberate che non sono né recintate né usate come deposito.

Le diverse zone edificabili dei piani regolatori comunali sono state raggruppate in 4 principali tipologie: zona nucleo, zona abitativa estensiva R2 (max 2 piani), zona abitativa semi-intensiva R3-R4 (max 3-4 piani), zona abitativa intensiva R5-R6 (max 5-6 piani), ognuna con indici specifici. Contatta il tuo comune per verificare dove si trova il tuo terreno e capire cosa puoi e cosa non puoi costruire.

Sigle costruzione casa fornite dai progettisti

Quando decidi di costruire casa, devi per prima cosa raccogliere tutti i valori delle sigle che ti abbiamo appena descritto per poi contattare un architetto o un ingegnere e creare il progetto della tua casa. I termini tecnici utilizzati quando si parla di “progetto” sono:

1. Piani

Conosciuti dai non addetti ai lavori come “progetti”, i piani sono disegni in pianta di una casa o di un appartamento. Nei piani è fondamentale che sia indicata la scala usata per creare il piano stesso, ad es. 1:100, per farti capire le dimensioni reali dell’immobile che verrà realizzato. 

2. Piani Esecutivi

In genere creati con scala 1:50, i piani esecutivi sono piani più dettagliati e vengono realizzati anch’essi dall’architetto o dall’ingegnere che segue i lavori. 

3. Planimetria

Conosciuta nel mondo edile come “estratto di mappa”, la planimetria è il disegno dei terreni in pianta relativi ad una porzione di territorio comunale. 

planimetria-costruzione-casa

4. Superficie Netta e Superficie Lorda

La superficie netta indica l’effettiva superficie abitabile, ovvero la superficie calpestabile dell’immobile senza considerare lo spessore dei muri. La superficie utile lorda (SUL) indica invece la superficie totale dell’immobile, compresi i muri, ma senza tener conto di balconi o terrazze. 

5. Volume

Il volume si esprime in metri cubi (m3) e oltre a considerare la superficie utile lorda, calcola anche l’altezza dell’immobile. Per le valutazioni immobiliari, viene calcolato uno specifico volume, il volume SIA, che utilizza una serie di regole specifiche per valutare l’effettivo volume dell’immobile e dargli un valore di mercato.


Ora che hai imparato le più importanti sigle per la costruzione di una casa in Ticino, sei pronto a dare il via ai lavori? Contatta i nostri partner e ricevi fino a 3 preventivi di aziende ticinesi che sanno districarsi tra queste sigle e ti aiuteranno a realizzare la casa dei tuoi sogni!

Condividi:
Email Whatsapp Facebook LinkedIn
Whatsapp Chat
Invia tramite WhatsApp