Come stuccare al meglio le fughe del pavimento | webcasa24.ch
Home » Magazine » Pavimenti e serramenti » Come stuccare al meglio le fughe del pavimento

Come stuccare al meglio le fughe del pavimento


Vuoi prenderti cura del tuo pavimento al meglio? Hai la nostra approvazione: la manutenzione del pavimento è importante. In particolare, è fondamentale curare le fughe, i piccoli spazi interstiziali tra una mattonella e l’altra, riempite solitamente con malta o con leganti elastici per creare una superficie continua.


Le fughe tra le piastrelle possono essere il punto debole di un pavimento, per due motivi:

  • Tendono a sporcarsi facilmente a causa della polvere che si accumula al loro interno, creando un antiestetico colore grigio;
  • Sono soggette all’usura: i lavaggi e il calpestio frequente tendono a far saltare la malta.

Quando le fughe si danneggiano, anche il pavimento ne risente, perdendo aderenza; inoltre, soprattutto se la stanza è umida (bagno, cucina) o se il pavimento è esterno (balconi, terrazze) il grosso rischio sono le infiltrazioni d’acqua. Come vedi, stuccare le fughe del pavimento e ripristinare le parti logorate è importantissimo. Sì, ma come? Ecco alcuni semplici consigli adatti per interventi superficiali e temporanei. Se vuoi un lavoro a regola d’arte, ti consigliamo di rivolgerti a un professionista. Richiedi un preventivo gratuito per rinnovare il tuo pavimento sul nostro portale.

manutenzione pavimento

Cosa ti serve?

Gli attrezzi necessari per stuccare le fughe del pavimento sono pochi e tutti facilmente reperibili:

  • Stucco o malta per pavimenti
  • Un frattazzo con spugna
  • Un martello e un cacciavite piatto per rimuovere il vecchio stucco
  • Una piccola spatola o paletta per “tirare” lo stucco
  • Una vaschetta e un po’ d’acqua

Apriamo una parentesi per il primo elemento in lista: la malta o stucco per pavimenti. Prima di tutto fai attenzione a comprarlo dello stesso colore di quello delle fughe del tuo pavimento. Inoltre, puoi scegliere tra due tipi di materiale: malte cementizie (solitamente impiegate in ambito residenziale e nell’edilizia pubblica) o riempitivi per fughe a base epossidica (adatti ad ambienti dove si perseguono particolari fini di igienicità e di resistenza ad agenti aggressivi come l’acqua). È fondamentale scegliere la fuga giusta in base alla destinazione d’uso dell’ambiente: in bagno o in cucina dovrai scegliere un prodotto idrorepellente, che resista alla formazione di muffe e funghi e che sia facile da pulire.

Il consiglio in più
: ti consigliamo di stuccare le fughe in una giornata né troppo fredda né troppo calda (la temperatura ideale va tra i 5 e i 25-30 gradi).

Rimuovi la vecchia malta

Il primo passo è la pulizia delle fughe: dovrai rimuovere tutto il vecchio materiale, ormai troppo sporco o danneggiato. Per rimuovere la vecchia malta puoi usare un giravite piatto oppure un piccolo scalpello e un martello. Potresti dover andare molto in profondità: lo spessore di alcuni tipi di mattonelle può arrivare anche fino a 9 mm. Fai molta attenzione perché una pressione troppo forte potrebbe danneggiare le mattonelle. Quando hai finito, rimuovi tutti i residui con un aspirapolvere.

Posa la nuova malta

Miscela la malta in polvere con l’acqua, seguendo le proporzioni indicate sulla confezione. Prepara un composto omogeneo, né troppo umido né troppo duro, sia per un risultato compatto sia per non avere un tempo di asciugatura troppo lungo.

Il consiglio in più: la quantità di prodotto necessario dipende dal formato delle piastrelle e dalla larghezza delle fughe. Calcola circa 0,5kg/mq per piastrelle 30×30 cm, e 0,3 kg/mq per piastrelle 60×60. Ma non esagerare: comincia con una quantità sufficiente per 2-3 mq (il composto ha un tempo di utilizzo limitato, e rischi di doverlo buttare).

Fatto? Bene!
Ecco i passaggi da seguire per stuccare le fughe:

  • Passa la malta sulle fughe in dose generosa, fino a riempirle continuamente, e stendila con la spatola, sia per togliere lo stucco in eccesso, sia per farlo aderire bene
  • Stendi bene la malta utilizzando un frattazzo in gomma e “tirala” il più possibile, in maniera che chiuda tutte le fughe entrando in profondità. Passalo in diagonale rispetto alle fughe per recuperare tutta l’eccedenza ed evitare di incidere lo stucco
  • Quando lo stucco avrà cominciato a indurirsi, passa uno straccio asciutto, con movimenti circolari
  • Dopo circa 20 minuti usa una spugna umida, risciacquata frequentemente in acqua pulita, per dare allo stucco un aspetto più liscio. Fai attenzione a non rovinare la fughe
  • Lascia asciugare per il tempo indicato sulla confezione (dalle 8 alle 24 ore)
pulitura fughe pavimento

Pulisci e rifinisci

Quando tutto è completamente asciutto, elimina la malta in eccesso con una spugnetta umida. Nei giorni successivi è possibile che il pavimento produca della polverina bianca: è il residuo della malta; eliminalo con un detergente specifico per piastrelle. Ricorda: pulire le fughe quotidianamente è la prima e indispensabile azione per garantirne la durata e per evitare che si scuriscano.

Ecco alcuni rimedi naturali per la pulizia quotidiana delle fughe:

  • Crea una pasta densa mescolando 100 gr di bicarbonato e 200 ml di acqua: dopo averlo lasciato agire per almeno 20 minuti, sfregalo con una spazzola da bucato
  • L’acqua ossigenata è particolarmente indicata nel debellare le muffe: falla agire per 20 minuti prima di procedere al risciacquo del pavimento
  • L’aceto di vino bianco ha ottime proprietà antimicotiche, deodoranti e antibatteriche: può essere usato diluito oppure in forma pura per le macchie più ostinate
  • L’alta temperatura è il tuo alleato migliore: scioglie lo sporco ed è poco aggressiva sulle mattonelle. Il getto di precisione di un elettrodomestico a vapore è il top, ma può bastare anche solo uno straccio imbevuto di acqua calda
  • Ogni tanto ripassa le fughe con uno spazzolino da denti subito dopo aver lavato il pavimento: l’acqua tende a ristagnare nelle fughe, lasciando residui di sporco sul materiale poroso

Errori possibili

Come hai visto, l’operazione si può eseguire in modalità fai-da-te, ma se non ti senti abbastanza pratico, è preferibile lasciare spazio a un professionista. Richiedi in 60 secondi fino a 3 preventivi gratuiti per il tuo pavimento. I possibili errori, infatti, non sono pochi: se esageri con lo scalpello o il giravite nella fase di eliminazione della malta, rischi di spaccare le mattonelle; se non dosi bene le parti di polvere di stucco e acqua, la miscela avrà tempi di asciugatura biblici oppure a lungo andare non farà il suo dovere.

Leggi anche il nostro articolo sulle resine sintetiche per tutelare i pavimenti. E non finisce qui: con un professionista puoi approfittare della manutenzione anche per considerare qualche cambiamento e trovare tutta una serie di soluzioni adatte alle tue esigenze. Potresti ad esempio cambiare il colore delle fughe, in continuità con quello delle piastrelle, o in contrasto, per evidenziare il reticolo geometrico: le possibilità cromatiche proposte dalle aziende produttrici sono tantissime. L’ultima tendenza, poi, è farsi installare delle fughe con elementi luminosi a led ad ampia varietà cromatica: puoi usarli come segnapassi di notte, quando ti alzi al buio, o creare un’atmosfera incredibile che lascerà i tuoi ospiti a bocca aperta!

professionista pavimenti ticino

Non perdere tempo: con webcasa24 puoi ottenere 3 preventivi per l’installazione e la manutenzione del tuo pavimento in maniera totalmente gratuita! Se invece, vuoi cambiare totalmente il tuo pavimento leggi anche il nostro articolo su come scegliere pavimenti per interni.


Condividi:
Email Whatsapp Facebook LinkedIn
Whatsapp Chat
Invia tramite WhatsApp