Come sfruttare al massimo un impianto fotovoltaico | webcasa24
Home » Magazine » Impianti ed energie alternative » Come sfruttare al massimo un impianto fotovoltaico

Come sfruttare al massimo un impianto fotovoltaico

Perché, anche se installi un impianto fotovoltaico, continui a ricevere le bollette dell’energia elettrica? Perché, per quanto efficiente sia, un impianto fotovoltaico produce elettricità solo nelle ore di luce e se vuoi guardare la tv o far partire la lavatrice durante la notte o nei giorni di pioggia, sei costretto ad acquistare energia dal gestore locale. L’unica soluzione per sfruttare al meglio il tuo impianto fotovoltaico e abbattere quasi del tutto l’energia che acquisti è puntare all’autoconsumo, ovvero utilizzare solo l’energia che produci tu. Scopriamo insieme come farlo.


Perché continui a pagare la bolletta?

Sebbene esistano degli impianti fotovoltaici non connessi alla rete elettrica locale (sono i cosiddetti Impianti Stand Alone), la maggior parte degli impianti rimane ancora oggi collegata alla rete. Questo significa che se il tuo impianto sta producendo energia al massimo delle sue capacità e tu sei fuori casa, quell’energia non viene utilizzata e confluisce nella Rete nazionale che ti riconosce un rimborso minimo.

D’altra parte, significa anche che quando rientri alla sera e il sole è già tramontato, il tuo impianto non sta più producendo e per accendere la luce sei costretto ad acquistare energia dalla Rete, pagando ogni kilowatt più dell’importo che hai ricevuto quando lo hai venduto. Questa discrepanza di costo tra vendita e acquisto dei kilowatt, in aggiunta agli oneri di sistema, genera la bolletta, dandoti l’impressione che il tuo investimento in fotovoltaico sia stato vano. 

Come raggiungere l’autoconsumo

Consumare tutta l’energia che produci e non essere più costretto ad acquistarla dal gestore locale è più facile di quanto sembri, basta prendere qualche accorgimento in più durante la realizzazione dell’impianto per renderlo più efficiente e riuscire ad utilizzare quasi esclusivamente la tua energia pulita. Ecco qualche consiglio pratico.

Pensa bene alla posizione del tuo impianto

La posizione dell’impianto influisce sulla quantità di energia prodotta, così come il tipo di celle che scegli di installare. Celle di ultima generazione e un impianto rivolto verso Sud offrono le produzioni maggiori, sia in termini di quantità che di durata oraria, mentre un impianto piccolo ed esposto a Nord produce meno energia e per un tempo ridotto nell’arco della giornata. Se vuoi ottenere il massimo dal tuo impianto, affidati a un professionista che valuti attentamente la posizione della tua casa e sappia proporti la soluzione migliore per far fruttare il tuo investimento. 

Installa batterie ad accumulo

Per quanto il tuo impianto possa essere esposto alla luce del sole da mattina a sera e sia stato realizzato con celle di ultima generazione, la sua produzione non è mai costante. Durante la notte e nei giorni di pioggia nessun impianto fotovoltaico è in grado di produrre energia, e tu sei costretto ad acquistarla dalla rete elettrica se vuoi accendere le luci di casa. Per aggirare il problema, però, puoi installare un impianto fotovoltaico con batteria ad accumulo, ovvero un impianto dotato di batterie che accumula tutta l’energia prodotta e che ti permette di usarla in ogni orario della giornata senza che tu debba ricorrere all’energia della Rete.

Sfrutta la domotica

Grazie a sistemi domotici d’avanguardia è possibile azionare gli elettrodomestici nei momenti in cui il tuo impianto è in funzione per utilizzare la tua energia e non acquistarla dalla Rete. Facciamo un esempio.

Al mattino fai colazione, carichi la lavastoviglie e la fai partire prima di andare al lavoro, ma esci di casa quando è ancora buio e quindi il tuo impianto non sta producendo energia e sei costretto ad acquistarla dalla Rete. Grazie a un sistema domotico puoi caricare la lavastoviglie quando fuori è ancora buio, azionarla e andare in ufficio, ma il tuo elettrodomestico non partirà subito! La lavastoviglie partirà solo nel momento più opportuno, quando fuori il sole sarà alto in cielo e il tuo impianto starà producendo molta energia. Il risultato è lo stesso: quando rientri la sera trovi le stoviglie pulite, ma l’energia utilizzata per il ciclo di lavaggio è la tua, energia pulita e soprattutto gratuita! 

Evita altre fonti di energia

Un impianto fotovoltaico ti aiuta ad abbattere i costi per l’energia elettrica, ma può essere un’ottima alternativa per evitare anche le bollette del gas. Quando decidi di installare un impianto fotovoltaico, valuta la possibilità di sostituire la caldaia con una soluzione elettrica o una pompa di calore e cambia il piano cottura con un sistema ad induzione. Potrai liberarti una volta per tutte delle bollette del gas e rientrare ancor più velocemente del tuo investimento fotovoltaico. Inoltre, se stai pensando di cambiare auto, valuta la possibilità di acquistare un’auto elettrica per risparmiare sui costi del carburante e viaggiare con l’energia che produci tu stesso.


Ti è stato utile questo articolo? Se vuoi sfruttare al meglio il tuo impianto fotovoltaico, chiedi una consulenza senza impegno ai nostri professionisti: ti aiuteranno a progettare e utilizzare un impianto che abbatte quasi del tutto i costi delle bollette! 

Whatsapp Chat
Invia tramite WhatsApp