Come arredare una cucina lunga e stretta | webcasa24.ch
Home » Magazine » Cucina » Come arredare una cucina lunga e stretta

Come arredare una cucina lunga e stretta

Elena Belfiore

Elena Belfiore è la titolare della Base Home Searby Sagl di Morbio Inferiore, azienda specializzata in progettazione e installazione cucine e altri complementi d'arredo.

Le cucine che si vedono sui cataloghi di arredamento sono tutte grandi, spaziose e luminose. Purtroppo quando si lavora sul campo, non sempre si hanno a disposizione spazi così ampi, anzi, è molto più frequente dover arredare cucine piccole e anguste. Grazie alla nostra esperienza nella progettazione cucine, però, riusciamo a trovare la soluzione migliore anche quando dobbiamo ristrutturare una cucina stretta e lunga. Ecco come.


1. Capire cosa tenere e cosa no

La prima domanda che ci poniamo quando dobbiamo ristrutturare una cucina riguarda il tipo di intervento che si vuole effettuare. Sicuramente verranno cambiati gli arredi, ma è importante anche sapere se si vogliono cambiare tutti gli elettrodomestici, se si vuole ristrutturare l’impianto elettrico o idraulico, se le prese e gli scarichi possono essere spostati, se la ristrutturazione riguarda l’intera abitazione o solo la cucina. È solo grazie a queste valutazioni che possiamo progettare la nuova cucina e ottenere il massimo del risultato rispettando le aspettative del proprietario.

2. Optare per pavimenti dai motivi geometrici

Se la ristrutturazione prevede un intervento completo, quando si ha a che fare con una cucina stretta e lunga consigliamo sempre di cambiare anche i pavimenti e optare per una pavimentazione a motivi geometrici. L’alternanza di linee nette e di pieni/vuoti sul pavimento, infatti, aiuta a ridimensionare visivamente lo spazio e ad avvicinare il punto di fuga, riducendo l’effetto “corridoio” e rendendo la cucina più accogliente.

3. Sfruttare l’altezza della stanza

Sempre per bilanciare al meglio lo spazio e rendere la nuova cucina uno spazio comodo per cucinare, chiacchierare e stare insieme, quando si progettano i nuovi arredi bisogna sfruttare l’altezza delle pareti e non la loro lunghezza. Sviluppare ante e cassetti in orizzontale, infatti, enfatizza la lunghezza della stanza, mentre creare armadi a tutta altezza e lavorare in verticale fa sembrare la stanza più corta e quadrata.

4. Creare punti luce sui lati corti

In caso di ristrutturazioni complete, dove si può modificare anche la struttura dell’edificio e non solo gli arredi della cucina, si può addirittura pensare di aprire una finestra, o meglio ancora una porta finestra sul lato corto della stanza. Questo permette di sviluppare l’arredo sulle due pareti lunghe e, grazie ad una fonte di luce naturale sul fondo, smorzare la lunghezza dello spazio rendendolo più arioso.
Se non è possibile aprire una finestra vera e propria, si possono comunque installare pannelli led luminosi che illuminano l’ambiente e bilanciano gli spazi con una luce artificiale.

Il dettaglio da non sottovalutare: in una cucina l’illuminazione non è mai abbastanza. Nella fase di progettazione, soprattutto se si tratta di una cucina stretta e lunga, consigliamo quindi di posizionare un lampadario centrale che illumini l’intera stanza e di sfruttare strisce a led per illuminare le zone che restano in ombra, come il piano da lavoro, il fornello, il lavello e anche l’interno di ante e cassetti.

5. Sfruttare gli specchi

Altro dettaglio che aiuta a creare giochi di luce ed equilibrare lo spazio è l’uso degli specchi. Posizionando alcune ante a specchio nei punti strategici della cucina, raddoppi la luminosità senza bisogno di sprecare energia elettrica e crei spazio dove non c’è, rendendo la tua cucina lunga e stretta una cucina visibilmente più spaziosa.

Il consiglio in più: perché non provi anche a dipingere una parete con pittura a lavagna? Sarà pratica e funzionale per prendere appunti, spezzerà la monotonia dell’arredo e darà quel tocco di modernità in più all’ambiente.

6.Il colore, meglio se chiaro

Una cucina colorata mette allegria e ti fa venire il buonumore ogni volta che entri anche solo per preparati un caffè, ma nelle cucine lunghe e strette il colore è un’arma a doppio taglio. Meglio quindi optare per cucine con arredi chiari dove ante e cassetti esaltano la luminosità dell’ambiente e lo rendono più armonioso. Questo non significa per forza scegliere una cucina total-white: si può giocare con il colore negli utensili e nei macchinari, come ad esempio un bel tostapane rosso posto sul bancone, un forno a microonde dai colori accesi o un bel disegno colorato sulla parete a lavagna.


Arreda la tua cucina con stile, qualunque sia lo spazio che hai a disposizione. Compila il formulario e affidati alla professionalità dei nostri partner, come la Base Home di Morbio Inferiore, che saprà aiutarti a progettare la tua cucina perfetta, anche se è stretta e lunga.


Condividi:
Email Whatsapp Facebook LinkedIn
Whatsapp Chat
Invia tramite WhatsApp