Come arredare un ufficio open space


Per molti imprenditori un ufficio open space non è solamente una soluzione alla moda, ma è anche un modo per rendere più accogliente e confortevole l’ambiente di lavoro, aumentando la produttività dei propri collaboratori.


Se arredato alla bene e meglio, però, un ufficio open space può rivelarsi anche più inospitale dei vecchi uffici anni ’80. Ecco quindi qualche consiglio per arredarlo con stile e seguendo i dettami dell’ergonomia.

1. Sedie e scrivanie

La cosa più importante in un ufficio open space, ma del resto in tutti gli uffici, è la comodità di sedie e scrivanie che devono scelte in base alla loro ergonomia e, quando si sta per molte ore davanti ad un monitor, non devono causare disturbi alla schiena, alla circolazione o alla vista.

2. I punti luce

Quando arredi il tuo open space, poni la massima attenzione anche alla luce che deve entrare per illuminare gli ambienti, ma senza creare strani riflessi sugli schermi dei tuoi collaboratori. Meglio quindi optare per spazi con ampie vetrate, sulle quali dovrai installare un sistema di tende sapientemente studiato per poter avere ombra al momento giusto.

3. Pareti divisorie

Sebbene venga chiamato open space, un ufficio non può essere uno spazio completamente aperto. Immagina il caos che si creerebbe se qualcuno deve concentrarsi con colleghi che stanno al telefono, riunioni in corso e addirittura qualcuno nell’area relax. Per dividere gli spazi, però, le pareti vere e proprie sono vietate, meglio optare per divisori fissi, come pareti in vetro, magari decorate per un effetto vedo non vedo, o pareti mobili, disponibili in tantissimi modelli per tutti i gusti e per tutte le tasche!

4. Area relax

Ufficio open space è sinonimo di ufficio smart, per questo non può mancare un’area relax dove posizionare una poltrona, una macchinetta del caffè e qualche rivista. Quest’area è perfetta per accogliere i clienti, ma anche per far staccare la spina ai dipendenti che, dopo un caffè, torneranno alle loro postazioni più produttivi che mai.

Il dettaglio in più: nell’area relax non dimenticare le brioches! Se ti organizzi con i tuoi collaboratori potete portare a turno brioches, torte o biscotti da condividere, per rendere i momenti di break ancora più dolci!

5. Piante e fiori

È un aspetto a cui pochi fanno caso, ma posizionare piante e fiori nel tuo ufficio, sia all’ingresso che sulle scrivanie, dona colore e allegria agli spazi, ma soprattutto trasmette energie positive, indispensabili per lavorare bene!

6. Locale tecnico

Stampante, fotocopiatrice, server, risme di carta, archivio,… sono tutti componenti indispensabili per il buon funzionamento di un ufficio, ma dal punto di vista estetico possono rendere il tuo open space disordinato e poco curato. Quando progetti i tuoi spazi, prevedi quindi un locale tecnico, piccolo ma arioso, comodo da raggiungere ma non d’intralcio, che ti permetta di avere tutto a portata di mano senza influire sull’aspetto finale del tuo ufficio.

Come avrai ben capito, anche se può sembrare facile, arredare un open space può rivelarsi molto complesso, soprattutto se non si conoscono a fondo i dettami dell’ergonomia e del benessere legato agli arredi. Solo affidandoti a personale davvero qualificato potrai ottenere un ufficio confortevole e funzionale, che aumenterà il rendimento dei tuoi collaboratori e segnerà il successo della tua attività!


Il nostro consiglio per arredare al meglio un ufficio open space è di affidarsi ad un esperto, come quelli che puoi trovare alla Chiodoni Luigi SA. Chiedi subito una consulenza!


0 Condivisioni