Come appendere i quadri alle pareti?

Appendere quadri alle pareti non è un’impresa facile e immediata. Spesso temporeggiamo nella casa nuova o appena rinnovata per trovare la giusta ispirazione.

Ecco alcuni passi che ci possono guidare quando ci troviamo di fronte a una parete vuota, pronta per essere arredata con i nostri quadri preferiti.

Pianificare e organizzare la disposizione dei quadri sulle pareti

Abbiamo già in mente se vogliamo valorizzare un solo grande dipinto oppure disporre tanti quadri diversi su un’unica parete? L’importante è non strafare e avere un piano dell’opera in mente.

L’errore più grossolano è iniziare ad appendere l’opera che ci piace di più o, peggio, quella più semplice da appendere. Dobbiamo invece avere un’idea ben precisa di come vogliamo disporre le nostre opere, senza lasciare nulla di intentato.

Il sistema più semplice è fare alcune prove disponendo i quadri sul pavimento, per capire che effetto finale vogliamo ottenere.

Evitare gli errori che rovinano le nostre opere d’arte

Abbiamo seguito il nostro gusto per appendere i quadri alle pareti. Ma ci siamo ricordati di alcuni fattori pratici fondamentali?

Quando ci approciamo a una parete vuota, dobbiamo tenere conto anche della luce del sole, che farà sbiadire fotografie e rovinerà dipinti, dell’umidità, in bagno e cucina bisogna fare attenzione alla formazione di muffe dietro ai quadri, del calore, un quadro appeso sopra un calorifero sarà irrimediabilemente rovinato!

Raggruppare e disporre seguendo una linea guida

Nel disporre i quadri su una parete, dobbiamo farci guidare dal colore o dalla forma delle cornici.

Se scegliamo quadri con cornici di forme e dimensioni diverse, queste dovranno avere in comune l’elemento del colore.

Viceversa, possiamo osare con materiali e colori differenti se i nostri quadri hanno forma identica. Questo per evitare un effetto caotico e poco curato.

Le regole base vogliono che si collochi un quadro nel mezzo di una parete, alla stessa distanza tra due finestre, o nel punto centrale di una parete dietro al divano.

Possiamo osare di più e dare un tocco eccentrico creando raggruppamenti: da una parte un quadro di grandi dimensioni, dall’altra un gruppo di quadri a fare da contrappeso. Creare file ordinate o blocchi di cornici potrà aiutarci ad avere un effetto caldo ma ordinato.