A chi rivolgersi per ristrutturare il bagno | webcasa24.ch
Home » Magazine » Bagno » A chi rivolgersi per ristrutturare il bagno

A chi rivolgersi per ristrutturare il bagno


Se vuoi ristrutturare il bagno e ancora non sai a chi rivolgerti, la risposta è solo una: ad un professionista! Solo personale qualificato ed esperto può garantirti una ristrutturazione completa, con sanitari di qualità, impianti garantiti e un intervento finito nei tempi concordati. Inoltre, se scegli di affidarti ad un’azienda che gestisce l’intera ristrutturazione, non dovrai correre per tutto il Ticino alla ricerca dei singoli professionisti e potrai contare su un unico interlocutore.


Sopralluogo e progetto

Il sopralluogo è fondamentale per capire le attuali condizioni del tuo bagno e verificare dove, in che modo e con che costi bisogna intervenire per trasformarlo in un bagno di ultima generazione. Attraverso il sopralluogo, un professionista può verificare lo stato dell’impianto idraulico, dei sanitari, capire le tue esigenze e le tue aspettative e redigere un progetto che soddisfi le tue necessità. Durante questa fase ti verranno poste alcune delle domande, come per esempio se vuoi ancora una vasca o preferisci una doccia, se ti piace l’effetto delle piastrelle o vorresti avere nuove soluzioni come la resina, se vuoi mantenere i sanitari a terra o vuoi valutare sanitari sospesi. Le tue risposte sono fondamentali per preparare un progetto che metta nero su bianco l’obiettivo da raggiungere e aiuti a prevenire gli imprevisti in corso d’opera.

Quello che forse non sai: durante il sopralluogo il professionista verifica anche l’eventuale presenza di amianto all’interno del tuo bagno e ti consiglia come procedere per toglierlo definitivamente. Negli anni ’70 era prassi comune utilizzare materiali contenenti amianto per le fughe delle piastrelle e le finiture dei bagni. All’epoca non si conosceva la pericolosità di questo materiale, e oggi molti bagni ticinesi hanno ancora dei residui di amianto al loro interno che devono essere bonificati quanto prima.

Richiesta permesso

A progetto concluso, un professionista saprà anche dirti se l’intervento di ristrutturazione bagno che stai per effettuare ha bisogno di permessi edili oppure no. Se per rinnovare il tuo bagno vuoi solo cambiare i sanitari, gli arredi e rifare il pavimento non avrai bisogno di permessi comunali per procedere, mentre se l’intervento è più invasivo e prevede il rinnovamento dell’impianto idraulico, lo spostamento degli scarichi, la rimozione di amianto, allora avrai bisogno di richiedere un nulla osta comunale, poiché si tratta di un intervento strutturale che cambia la planimetria della tua casa. In questo caso, però, se hai scelto un professionista con esperienza, con tutta probabilità potrai delegare a lui tutti gli aspetti burocratici e non avrai bisogno di perdere tempo per recarti di persona negli uffici di competenza.

Scelta dei materiali e delle finiture

Nell’attesa del permesso di ristrutturazione, puoi procedere con la scelta delle finiture, così da velocizzare i tempi di intervento. Per prima cosa dovrai quindi scegliere se vuoi un bagno con piastrelle o in resina. Le piastrelle possono essere posate sulla pavimentazione attuale se non hai intenzione di mettere mano agli impianti, mentre se devi togliere la pavimentazione esistente per spostare/cambiare le tubature, le nuove piastrelle verranno posate ex novo. Stessa cosa per la resina, che può essere colata sia sulla pavimentazione esistente che sul cemento in caso tu debba rinnovare l’impianto.

Il dettaglio in più: nel caso in cui tu non abbia bisogno di mettere mano all’impianto, ma nel tuo bagno è presente dell’amianto, ti consigliamo la resina. Coprire le piastrelle “contaminate” con la resina, infatti, isola l’amianto e ti permette di avere un ambiente salubre senza dover procedere con la rimozione e la bonifica della pavimentazione. Dopo aver scelto le piastrelle, dovrai scegliere anche la vasca o il piatto doccia senza dimenticare il vetro, i sanitari, tradizionali o sospesi, ovali o squadrati, bianchi o colorati; e infine gli arredi, per i quali dovrai valutare lo spazio utile sia per la base d’appoggio che per lo stoccaggio di salviette, saponi e tutto quanto hai bisogno di avere a portata di mano.

Scelta dei sanitari

Dopo aver scelto le piastrelle, dovrai scegliere anche la vasca o il piatto doccia senza dimenticare il vetro, i sanitari, tradizionali o sospesi, ovali o squadrati, bianchi o colorati. Infine gli arredi, per i quali dovrai valutare lo spazio utile sia per la base d’appoggio che per lo stoccaggio di salviette, saponi e tutto quanto hai bisogno di avere a portata di mano.

Interventi edili

Una volta scelte le finiture e ottenuto il permesso edile, si può procedere con la ristrutturazione del bagno, partendo sempre dagli interventi più invasivi, come lo smaltimento di componenti in amianto e/o la demolizione di elementi strutturali, tra cui muretti divisori e pareti doccia che non servono più. Successivamente si lavora sull’impianto, sugli scarichi e si provvede a sistemare la pavimentazione. Infine, si posizionano i sanitari e gli arredi. Tutti questi interventi vengono effettuati da diversi professionisti, come idraulici, elettricisti, piastrellisti, ma se decidi di affidarti ad un’azienda esperta in ristrutturazione bagno potrai avere un lavoro chiavi in mano. Questo significa che sarà l’azienda ad occuparsi di coordinare tutti gli interventi e ad affrontare eventuali problematiche che sorgono durante i lavori: a te resta solo l’incombenza di confermare il progetto e aspettare che tutto sia pronto per goderti il tuo bagno messo a nuovo.


Non lasciare nulla al caso e per i tuoi lavori di casa affidati ai professionisti di webcasa24. Compila il nostro formulario e ricevi fino a 3 preventivi gratuiti di aziende ticinesi esperte in ristrutturazione bagno che ti garantiranno un lavoro chiavi in mano fatto a regola d’arte.


Whatsapp Chat
Invia tramite WhatsApp