7 errori da evitare nell’arredamento bagno

Arredare, ristrutturare o progettare il bagno è un compito molto delicato che riserva delle insidie e complicazioni. Vediamo quali sono i principali errori da evitare in questa situazione.

1. Minimal, ma non troppo

Ormai uno stile consolidato nell’arredamento della casa, ma con qualche eccezione o meglio, senza esagerare. Nonostante la filosofia less is more sia bella ed accattivante, quando si progetta un bagno è fondamentale considerare soluzioni salvaspazio che consentano di mantenere un certo ordine nella stanza. I mobiletti contenitori per accessori sono una parte integrante ed essenziale, che impedisce al caos di regnare sovrano. In caso contrario, il risultato sarebbe un lavabo circondato da creme e prodotti di ogni genere, asciugamani che strabordano dai cestini in vimini e così via. Piccoli complementi d’arredo, sempre in stile minimal, garantiscono al bagno un aspetto ordinato e pulito.

bagnomobili

2. Bello, ma non funziona

L’abbiamo detto molte volte, nella progettazione di qualsiasi spazio bisogna mantenere i piedi per terra e non farsi ammaliare da soluzioni estremamente di tendenza senza considerarne la funzionalità. Perché scegliere lavandini di design piccoli quando si può optare per un lavabo capiente e funzionale?

3. Due è meglio di uno? Non sempre

Quante volte ci facciamo ingannare dalle simmetrie che sembrano così bilanciate e cadiamo nel tranello convincendoci che “due è meglio di uno, in effetti”. Non sempre. Il doppio lavabo, ad esempio, esercita un gran fascino sull’equilibrio del bagno anche grazie a fotografie meravigliose sulle riviste di arredamento. Se è vero che avere due lavandini in bagno può essere utile nei momenti in cui il locale è frequentato da più persone, questo influisce sulla praticità e comodità del bagno in sé, soffocando lo spazio. Insomma, se le dimensioni del bagno lo permettono e le esigenze lo rendono necessario, è utile pensare ad una soluzione con due lavandini, altrimenti è meglio mantenersi su un classico lavabo utile e pratico.

lavabodoppio

4. Colori a random

La scelta del colore per il bagno è sempre un po’ critica, ma ci sono dei punti da chiarire. Prima di tutto, il bagno non è una stanza a sé stante, o almeno non del tutto. La coerenza con il resto della casa è fondamentale per mantenere un equilibrio generale, anche se ciò non vieta di osare nella scelta dei complementi di arredo e nei colori. Un bagno colorato è sempre un piacere per gli occhi, a patto che si segua un preciso schema cromatico e ciò non vuol dire utilizzare un unico colore per tutta la stanza, ma almeno avere ben chiaro il risultato che si desidera ottenere. Sono benvenute piastrelle multicolor, mosaici e rivestimenti audaci, purché mantengano fra essi la giusta armonia.

bagnoverde

5. Nessuno nota i dettagli: non è vero!

Arredare una stanza permette di liberare la propria creatività, senza però farsi prendere troppo la mano. Pezzi di design eccentrici vanno sempre abbinati a elementi più basici, come i colori accesi a tinte più neutre. In questo caso, i dettagli sono padroni del risultato finale. Un esempio riguarda le finiture, a cui non si dà spesso la giusta importanza: bisogna scegliere attentamente ciò che piace, ma che si abbini armoniosamente al resto della stanza. Non è consigliabile scegliere un metallo cromato per i rubinetti del lavabo se altri elementi sono opachi.

6. Ventilare, prima di tutto

Questo è uno degli errori da evitare assolutamente: un bagno cieco è senza dubbio un problema, inutile negarlo. Una finestra è solitamente la soluzione perfetta e (quasi) obbligatoria per una corretta ventilazione, ma quando questo non è possibile bisogna prestare molta attenzione all’aerazione della stanza, prevedendo condotte esterne collegate con gli ambienti interni da aspiratori per la rimozione dell’aria viziata o inquinata e da diffusori per l’immissione di aria nuova.

bagnoventilato

7. Avere fretta

La fretta, in ogni ambito, è cattiva consigliera. Il bagno è un locale altamente personalizzabile ma di grande importanza perché deve soddisfare esigenze comuni a tutta la famiglia ed essere pratico e funzionale. Se avete in mente un progetto e volete chiarire dubbi o perplessità, è meglio rivolgersi a più di un esperto per avere modo di confrontare diverse soluzioni, offerte e prezzi, e solo successivamente scegliere quella migliore.

Avete intenzione di ristrutturare il bagno? Raccontateci il vostro progetto e richiedete subito fino a 3 preventivi gratis da confrontare!

Inizia oggi il tuo progetto

Richiedi 3 preventivi ad aziende ticinesi

Richiedi preventivo gratis!