4 consigli per progettare un buon impianto antintrusione | webcasa24.ch
Home » Magazine » Impianti ed energie alternative » 4 consigli per progettare un buon impianto antintrusione

4 consigli per progettare un buon impianto antintrusione


Vuoi installare un impianto antintrusione e dormire sonni tranquilli? Sentirsi al sicuro nella propria abitazione è un diritto di chiunque, ed è essenziale per vivere una serena quotidianità e proteggere la propria famiglia. Come ottenere, quindi, un sistema antintrusione efficace? Ecco i nostri consigli:


1. Valuta il livello di rischio

Per progettare un buon impianto antintrusione è necessario innanzitutto fare una serie di valutazioni sulreale livello di rischio della propria casa, analizzando il contesto abitativo e capendo quali sono i migliori componenti da installare e come segnalare l’evento anomalo.

Il consiglio in più: nella fase di valutazione è essenziale anche identificare eventuali punti deboli nelle barriere fisiche dell’immobile e stabilire delle logiche di progettazione che possano rispondere a queste carenze con un sistema d’allarme adeguato.

Sistema d'allarme perimetrale

2. Integra sistemi perimetrali a sistemi volumetrici

Installare sensori esterni che possano rilevare presenze estranee è essenziale per un buon impianto antintrusione, ma il tipo di sensore cambia in base alla conformazione della casa. Cerca quindi di utilizzare sia sistemi perimetrali che sistemi volumetrici e integra queste due tecnologie per ottenere un sistema d’allarme efficace, che possa darti la serenità che cerchi.

3. Utilizza materiali e componenti di qualità

Sembra scontato, ma scegliere componenti di qualità, costruiti usando solo i migliori materiali, comporta numerosi vantaggi nel funzionamento di un buon impianto antintrusione. E’ infatti probabile che i malviventi abbiano delle nozioni tecnologiche e che possano neutralizzare impianti antintrusione di qualità inferiore, mentre all’aumentare della qualità diminuisce il rischio di manomissione.

4. Scegli sistemi comandabili da smartphone

La possibilità di prevedere un controllo via smartphone è un vantaggio da non sottovalutare. Gli impianti antintrusione moderni dispongono di sensori che possono rilevare diverse forme d’intrusione e inviare dati importanti ai vari smartphone collegati, permettendoti di controllare l’intero sistema direttamente da un’applicazione. È possibile, per esempio, regolare a distanza l’accensione e i parametri dei diversi componenti dell’impianto, prevedere l’invio di immagini e controllare eventuali telecamere collegate in tempo reale. Con un app facile e intuitiva puoi quindi comandare l’intero impianto quando non ci sei, per una maggiore serenità anche in vacanza o mentre sei in ufficio.

impianto allarme casa


Vuoi progettare un impianto antintrusione che sia realmente efficace? Richiedi la consulenza dei nostri professionisti e dormi finalmente sonni tranquilli!


Condividi:
Email Whatsapp Facebook LinkedIn
Whatsapp Chat
Invia tramite WhatsApp